Focalizzazione sensoriale: come migliorare il rapporto sessuale con il partner.

Non sempre si va in terapia per difficoltà, litigi, incomunicabilità. Altre volte il problema è più circoscritto: è il caso per esempio dei disturbi sessuali: poco desiderio, poco slancio, mancanza di orgasmo per lei, disturbi erettivi per lui…

La focalizzazione sensoriale potrebbe essere la tua svolta nel sesso.
E’ una pratica chiave della sessuologia che non solo rinuncia a questo quando si tratta di migliorare i rapporti sessuali, ma può anche aiutarci a risolvere alcune difficoltà, sia fisiche che emotive, che possono sopraggiungere.
«L’idea di fondo è che entrambi i membri della coppia siano in grado di conoscere e scoprire il piacere erotico proprio e della coppia. Fondamentalmente, cercare di degenitalizzare e instaurare un incontro erotico, lasciando da parte la penetrazione» spiega la sessuologa
Elena Requena .

E’ un riavvicinamento graduale: si decide di non fare l’amore, e si ricomincia con carezze, con il petting di quando si era ragazzini, con tutti quei contatti che si chiamano “inesigenti” perché non sono finalizzati ad avere un’erezione o un orgasmo, ma solo al piacere di stare vicini e di toccarsi, senza dover fare né dimostrare niente. Questo esercizio allevierà molto l’ansia da prestazione, e farà riscoprire dolcemente l’intimità.