DIANA ‘TORNA’ A LONDRA E RIPORTA IL SORRISO TRA I FIGLI

Morta ad appena 36 anni in una tragica notte d’agosto a Parigi, in fuga dai paparazzi, ma rimasta viva nella memoria collettiva come un’icona eternamente giovane, Diana Spencer torna a guardare Londra dall’alto: dall’alto di una statua concepita per celebrarne lo spirito altruista, inaugurata in un giorno che se le cose fossero andate diversamente avrebbe dovuto essere quello del suo 60esimo compleanno. Un ricordo che torna a fare sorridere insieme anche i suoi due figli, William e Harry: riuniti da un momento di comune commozione dopo mesi di divisioni e di tensione.
Apparentemente rilassati nelle battute di circostanza, ed evidentemente soddisfatti di fronte al nuovo monumento, il duca di Cambridge e il duca di Sussex sono stati i protagonisti di un evento senza orpelli cerimoniali.

E hanno scoperto a quattro mani quella statua di cui entrambi avevano voluto con determinazione la nascita al centro di Sunken Garden, nel cuore del verdeggiante parco di Kensington Palace, cercando in tutti i modi di tenere legata l’occasione a un anniversario importante nonostante le restrizioni dell’emergenza Covid e gli ultimi allarmi recenti legati ai contagi innescati dalla variante Delta.