78esima edizione del Festival di Venezia: Leone d’argento per Paolo Sorrentino.

Vince il film di Audrey Diwan su un aborto clandestino nella Francia del 1960. L’Italia c’è con tre premi: “E’ stata la mano di Dio” si aggiudica il Leone d’argento – Gran premio della Giuria e il premio Marcello Mastroianni per il giovane protagonista Filippo Scotti, “Il buco” di Michelangelo Frammartino vince  il premio speciale della Giuria. Coppa Volpi a Penelope Cruz e John Arcilla, Leone d’argento miglior regia a Jane Campion per “The power of the dog”, miglior sceneggiatura a “The Lost Daughter”

Paolo Sorrentino, mostra del cinema di Venezia.

Paolo Sorrentino, nel ricevere il Gran Premio della giuria, ha ringraziato il cast, la famiglia, “Maradona” e Servillo: “A chi mi dice, fai un altro film con Servillo, rispondo ‘guardate dove sono arrivato facendo film con lui'”. E ha parlato “di due scene che nel film non ci sono: un sogno che non ho fatto, un uomo alto 1,60 metri in un campo di calcio che vi ringrazia, Maradona. E poi, nel giorno del funerale dei miei genitori il preside mandò solo una rappresentanza di quattro compagni di classe. Ci rimasi male. Oggi c’è tutta la classe che siete voi”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi