Vacanze in città

estateincittàPuò trattarsi dell’intero periodo estivo oppure soltanto di una parte dell’estate: trascorrere i mesi più caldi in città è già insopportabile per la caratteristica afa ma diventa ancora più odioso se l’atteggiamento scivola verso il pessimismo-vittimismo cosmico. Certamente, sarebbe più piacevole godersi mare e monti invece che cemento e parchi cittadini, però se si adotta un approccio alternativo anche l’estate in città può assumere un certo fascino.
Sono turista nella mia città – Percorrere una strada diversa dal solito per andare al lavoro, far scoprire ai bambini angoli sconosciuti del quartiere in cui abitano, provare mezzi di trasporto alternativi. Fare i turisti nella propria città è davvero appagante, provare per credere. Indispensabili: una piantina dettagliata di ogni quartiere, l’app giusta con tutti i monumenti e le mostre da non perdere e un appuntamento per almeno una visita guidata alla scoperta di un luogo storico.

Meno traffico, più tempo per me – In estate ormai la città non si svuota più completamente però è indubbio che il traffico diminuisca e che si impieghi meno per spostarsi dal lavoro a casa. Questo risparmio di tempo dovrebbe essere visto come un investimento per se stesse. Per esempio: utilizziamolo per leggere un libro, per correre, per godere di una doccia da beauty farm, per cucinare una cenetta con i fiocchi. Qualsiasi cosa si scelga di fare, il tempo risparmiato deve essere consacrato al piacere e non al dovere.

Rinnovo la casa – Un pensiero positivo per chi trascorre l’estate in città potrebbe essere centrato sul rinnovamento della propria abitazione. Nulla di troppo faticoso né costoso, piuttosto una salutare pulizia dal superfluo e nuovi piccoli, ma significativi dettagli. Esempi? Cambiare tutte le tende di casa, sostituire copriletti lisi, riempire di fiori freschi le stanze, regalarsi qualche piantina anti-afa e anti-smog, mettere tavolino e sedie sul balcone, posizionare in camera da letto un diffusore di essenze per rilassarsi con l’aromaterapia.

Approfitto dei saldi in tutta calma – L’estate è anche il periodo dei saldi e le settimane clou sono il momento giusto per approfittare di sconti imperdibili. Quindi, perché non rifarsi il guardaroba in vista dell’autunno? Da comprare: un abito lungo passepartout, scarpe (per l’umore), un blazer per i primi venti autunnali (pensiero anti-afa), orecchini colorati, una terra abbronzante per donare luce al viso.

Mi rinnovo con nuove passioni – Di solito è con l’inizio di settembre che iniziano a farsi vivi i pensieri di rinnovamento fisico e spirituale. Per esempio, iscriversi a un corso di danza oppure smettere di essere troppo accondiscendenti, imparare a delegare di più per i figli, azzerare malsani sensi di colpa, camminare di più…Tutto ciò può accadere anche in piena estate, basta volerlo. Agenda alla mano e tanti piccoli grandi cambiamenti per sentirti più propositiva e libera.