Smagliature e gravidanza

gravidanzaDiciamo la verità una delle cose più antipatiche in gravidanza è vedere il nostro corpo che cambia!
Uno dei cambiamenti più comuni è quello di vedersi comparire da un momento all’altro le smagliature, sulla pancia o magari sul seno dopo l’allattamento.
Le smagliature sono piccole striscioline nella pelle che compaiono più spesso sul ventre nelle ultime settimane di gravidanza quando la pancia è in rapida espansione per accogliere al bambino in crescita. Alcune donne se le vedono comparire anche sul seno, glutei, fianchi e talvolta anche sulle cosce.
Sono causate generalmente dalla rottura delle fibre elastiche del derma. Inizialmente sono rosate, poi diventano più chiare e lucide ma molto dipende dal colore della pelle. Dopo la gravidanza tendono a regredire leggermente ma al 99% sono indelebili.
E’ difficilissimo prevedere se compariranno questi inestetismi. Quasi il 50% delle donne va incontro a smagliature ma non si sa bene perchè alcune si ed altre no. La ricerca suggerisce che un ruolo importante lo gioca la genetica: se la madre o la sorella hanno avuto le smagliature, allora la probabilità è maggiore. Molto però dipende anche dal tipo di pelle, da quanto è in grado di espandersi rapidamente e in quale quantità.
Aumentare eccessivamente di peso potrebbe essere una causa. Soprattutto se si aumenta troppo in fretta.
Anche le gravidanza gemellari possono aumentare la probabilità delle smagliature. Così come se il bambino è molto grande o se c’è tanto liquido amniotico. Insomma più il pancione è grande più la probabilità aumenta per un discorso di distensione della pelle.
Non c’è molto da fare per evitare che compaiano. Un buon inizio sarebbe quello di non mettere su troppi Kg e di aumentare in modo regolare e non troppo rapidamente. Bere tanta acqua per favorire l’idratazione della pelle.
Non c’è alcuna conferma scientifica che le creme ,gli unguenti, gli oli prevengano le smagliature.
In ogni caso informatevi su quali creme /oli utilizzare, devono essere adatti per la gravidanza. Molte si trovano bene con l’olio di mandorle, che è naturale e quindi non contiene sostanza chimiche . Altre con il burro di cacao puro.
In genere a un anno dal parto le smagliature sono meno evidenti anche se la struttura rimane la stessa.
Se però non le sopportate proprio potete parlarne con un dermatologo per vedere quali sono le tecniche per ridurle al minimo.
I trattamenti disponibili sono topici come i farmaci a base di Retin-A e acido glicolico. (Attenzione perchè l’uso durante la gravidanza e allattamento è assolutamente vietato)
Trattamenti laser invece possono aiutare a migliorare l’elasticità della pelle e a modificare la pigmentazione in modo che sia più simile alla propria carnagione. Nessun trattamento però è completamente risolutivo.