Silvio Muccino torna al cinema

le leggiTorna sulle scene, dopo anni d’assenza dal grande schermo, Silvio Muccino, e lo fa alla grande nella doppia veste di attore e regista. L’attore, 32 anni, esce il 26 febbraio nelle sale cinematografiche con “Le leggi del desiderio”, in cui interpreta il ruolo del motivatore alle prese con tre persone in piena crisi.
Protagonista della storia è Giovanni Canton, carismatico e funambolico trainer motivazionale, per il quale ci sono delle tecniche precise che possono aiutarci a raggiungere quello che desideriamo, sia esso il piacere, il lusso, il potere, il successo o l’amore.
silvioConsiderato dai suoi tanti fan una sorta di profeta, e da molti altri un cialtrone che si approfitta delle debolezze altrui, Canton decide di dimostrare la veridicità delle sue teorie organizzando un concorso per la selezione di tre fortunate persone che verranno da lui portate in sei mesi al raggiungimento dei loro più sfrenati desideri. Ma l’intenso rapporto che si stabilirà fra il life coach e il terzetto prescelto produrrà effetti inaspettati nella vita di tutti loro, soprattutto in quella di Canton.
Nel cast di Le leggi del desiderio, accanto a Silvio Muccino, ritroviamo Nicole Grimaudo, Maurizio Mattioli, Carla Signoris, Paola Tiziana Cruciani e Luca Ward.
fratelloPurtroppo l’uscita del film, coincide inevitabilmente con il coinvolgere la diatriba che da anni stanno vivendo i fratelli Muccino.
Da 8 anni non si parlano, se non tramite mail, tweet ….Silvio Muccino risponde a Gabriele si augura che il privato resti tale. Lo ha già fatto in passato. Non vuole che tutto questo finisca in bocca ai media. Il suo privato, semmai, vuole essere lui stesso a raccontarlo, dopo la fine della promozione per il suo film attraverso un comunicato stampa, qualora ce ne fosse la necessità.
Intanto dopo quattro anni di assenza dal mondo dello spettacolo,vorrebbe che i riflettori fossero puntati sul film e non sulla famiglia.