Sempre più mamme over 40 in Italia

mammeover40Che l’Italia non sia un paese per giovani, ormai è una certezza e ce lo dimostra il crescente numero di neo-mamme over 40!
Le donne non riescono prima da arrivare alla maternità per una serie di intoppi, economici, sociali, e così si alza la media dell’età per la mamma made in Italy.
Per i medici non è l’età consigliabile per intraprendere una gravidanza, ma l’evidenza statistica ci indica che ormai l’età in cui si diventa madre si è vertiginosamente innalzata. Il cambio generazionale e di tendenza emerge dalle nuove statistiche, che segnalano il sorpasso delle (quasi) quarantenni, delle over 40. Le donne che partoriscono tra i 35 e i 44 anni superano quelle che mettono al mondo un figlio tra i 25 e i 34 anni.
E’ un’inversione di tendenza epocale, opposta rispetto a quella tracciata fino al 2008, quando le ‘mamme anziane’ erano il 45,7% contro il 48,9%. Procreare in età adulta è una scelta determinata da altri fattori, come il ritardo dell’ingresso nel mondo del lavoro, visto che nel medesimo studio si rileva un aumento delle coppie che chiedono assistenza dell’1,3%. Un po’ poco per imputare a una sola variabile la questione.
Il trend è pochi figli e tardi, sfidando l’orologio biologico. Ma rinviare la maternità risolve alcuni problemi (lavoro, realizzazione personale e affettiva) e ne pone altri: meglio saperlo prima.
Il problema fondamentale per una gravidanza over 40 è averla! Il passare del tempo può essere neutralizzato sul viso di una donna, non sugli organi interni, legati alla riproduzione e non solo.
Anche nelle donne con ciclo regolare e funzioni ormonali ok, le cellule uovo invecchiano, diventano meno feconde o, se fecondate, più soggette ad anomalie cromosomiche (come se avessero materiale genetico ‘deteriorato’): aumentano gli aborti spontanei, strumento naturale di selezione che prima dei 40 sono il 15-20%, dopo i 43, il doppio.
Ci sono anche anomalie genetiche che non interrompono la gravidanza ma portano problemi al nascituro, per esempio la sindrome di Down. Oltre agli ovuli, invecchia l¹utero: i tessuti di questo ‘nido’ perdono elasticità e tono: sul volto parliamo di rughe, per l’utero di fibrosità. I fibromi non sono solo maligni e neppure sono impedimenti definitivi a una gravidanza, ma, se deformano in modo sensibile l’utero, per l’uovo è più difficile impiantarsi.