Rotolo alla marmellata

rotolo-alla-marmellata-2INGREDIENTI

(per 12/14 girelle)
100 g di farina 00
120 g di zucchero + 2 cucchiai da minestra
3 tuorli e 4 albumi
scorza di mezzo limone bio
1 tappino di liquore alle mandorle Infuso Natura
una presa di sale fino
300 g di confettura a scelta
zucchero a velo per decorare
Iniziamo togliendo le uova dal frigo almeno mezz’ora prima.
Appena pronti e con tutti gli ingredienti pesati e disposti sul piano di lavoro, accendiamo il forno in modalità statica sui 180° C.
Rompiamo le uova in una ciotola, aggiungiamo la scorza di limone grattugiata, lo zucchero, un pizzico di sale, e lavoriamo con le fruste alla potenza massima finché il composto non raddoppia di volume.
Aggiungiamo poco alla volta la farina setacciata senza smettere di montare, e per utimo il liquore (facoltativo), che può anche essere usato dopo la cottura per spennellare la superficie della pasta biscotto prima di farcirla.
Versiamo il composto sulla placca precedentemente ricoperta con un foglio di carta forno. Aiutandoci con una spatola in silicone, distribuiamo il composto in modo uniforme cercando di dare la forma di un rettangolo di circa 20 cm x 30 cm, e un’altezza di circa 1 cm.Inforniamo a 180°C e controlliamo già dopo 6 – 7 minuti il grado di cottura toccando la superficie della pasta con le dita. Deve rimandere morbida ma senza restare appiccicata ai popastrelli. Nel mio forno, per esempio, ci sono voluti 10 minuti per ottenere una leggera doratura senza che l’impasto indurisse troppo.
Sforniamo e trasferiamo l’impasto ancora con la carta forno sul piano di lavoro. Spargiamo sopra la pasta biscotto un paio di cucchiai di zucchero semolato, e copriamo con la pellicola trasparente facendola aderire bene. Quando il rotolo si è completamente raffreddato, srotoliamolo con delicatezza, rimuoviamo la pellicola e farciamolo a piacere. Arrotoliamo delicatamente la pasta biscotto, spolveriamola di zucchero a velo e mettiamola nel piatto da portata. In alternativa, possiamo anche tagliare subito il rotolo, formando così tante belle girelle, già pronte per essere gustate.