Rimedi naturali contro i dolori mestruali

doloriI dolori mestruali possono rappresentare dei piccoli fastidi sopportabili per alcune donne, ma trasformarsi in veri e propri disturbi debilitanti per altre, che possono sentirsi oppresse da essi nel corso dei giorni del ciclo.
Durante i giorni meno amati del mese, il corpo chiede ad ogni donna in età fertile di concedersi un momento di riposo, affinché essi possano trasformarsi in una vera e propria fase di rigenerazione e di purificazione. Una maggiore cura dell’alimentazione ed il ricorso ad alcuni semplici rimedi naturali possono rappresentare un’ottima occasione per prendersi maggiormente cura di se stesse ed accogliere i giorni delle mestruazioni con uno spirito del tutto nuovo.
1) Tisane
Le tisane sfruttano le proprietà curative delle piante e delle spezie al fine di calmare i dolori mestruali, alleviare il gonfiore e regalare una sensazione di relax e benessere generale, che può contribuire ad affrontare al meglio i giorni del ciclo. Tra le erbe e le spezie a cui potrete fare ricorso per la preparazione di tisane da consumare due o tre volte al giorno (calcolando una dose di erbe o spezie di due cucchiaini per tazza) vi sono:
– Camomilla: due cucchiaini di capolini secchi per ogni tazza.
– Foglie di lampone: già a partire da due o tre giorni prima dell’arrivo del ciclo.
– Zenzero: un cucchiaino di zenzero in polvere da versare in ogni tazza d’acqua bollente.
– Cannella: nelle stesse dosi dello zenzero, aiuta in caso di flusso abbondante,
– Menta: favorisce l’arrivo del ciclo nel caso di ritardi dovuti allo stress o al cambio di stagione.
2) Compresse
Lasciare in infusione un pezzetto di radice di zenzero grattugiato in acqua bollente per una quindicina di minuti, quindi lasciare raffreddare ed immergere nel liquido un panno di cotone che dovrà essere strizzato ed applicato sull’addome. Si tratta di un metodo che permette di alleviare i dolori causati dai crampi mestruali e che, soprattutto, costringe ogni donna a concedersi un momento di riposo, spesso richiesto dall’organismo durante i giorni del ciclo. L’infuso di zenzero può essere sostituito da un infuso di camomilla.
3) Pediluvi
Un ottimo pediluvio per alleviare i crampi mestruali può essere realizzato sciogliendo due cucchiai di senape in polvere in un catino d’acqua calda. Altre spezie o erbe aromatiche adatte a tale impiego sono la cannella, lo zenzero, i chiodi di garofano ed il timo. Dopo il pediluvio i piedi possono essere massaggiati con gel d’aloe vera, per prolungare il momento di relax.
4) Oli essenziali
Tra gli oli essenziali considerati efficaci al fine di alleviare i dolori mestruali vi sono quelli di lavanda, camomilla, maggiorana e geranio. Essi possono essere utilizzati per la realizzazione di oli da massaggio diluendone poche gocce in un olio vegetale di base come l’olio di mandorle dolci o l’olio d’oliva. Gli oli da massaggio ottenuti potranno essere utilizzati da applicare su piedi, gambe e addome, per alleviare dolori e sensazione di affaticamento.
5) Aromaterapia
Gli stessi oli essenziali sopraindicati possono essere utilizzati singolarmente per dedicarsi dei trattamenti casalinghi di aromaterapia, a patto di avere con sé un bruciaessenze nella cui vaschetta versare un po’d’acqua e quattro o cinque gocce dell’olio essenziale prescelto, la cui fragranza dovrà essere diffusa nelle stanze della casa che frequentate maggiormente.
6) Unguento curativo
Un unguento da massaggiare sull’addome per alleviare i dolori mestruali può essere preparato sciogliendo a bagnomaria 50 grammi di burro di karitè ed aggiungendo ad esso un cucchiaio di oleolito o macerato di calendula, oppure 10 gocce di olio essenziale di calendula. Si dovrà mescolare bene il composto preferibilmente con una bacchetta o cucchiaino in legno e versarlo in un barattolino di vetro a chiusura ermetica.
7) Oleolito alla calendula
Per la preparazione dell’oleolito alla calendula vi occorreranno 50 grammi di fiori di calendula essiccati e 250 millilitri di olio extravergine d’oliva o di girasole spremuto a freddo. Disponete i fiori sul fondo di un barattolo di vetro, versatevi l’olio e richiudete. Conservate al buio per due settimane, agitando il barattolo almeno una volta al giorno. A questo punto potrete aprire il barattolo, filtrare l’oleolito e conservarlo in una bottiglietta di vetro scuro. Esso potrà essere impiegato per la preparazione dell’unguento del punto precedente o utilizzato puro per effettuare massaggi all’addome.
8) Sali da bagno
I sali da bagno possono essere utilizzati per concedersi un momento di relax nella vasca o attraverso un pediluvio. Procuratevi del sale grosso integrale e contate di aggiungere 10 gocce di olio essenziale di lavanda ogni 100 grammi di sale. Alla preparazione potrete aggiungere anche una manciata di fiori di lavanda essiccati. Conservate in barattoli di vetro ben chiusi.
9) Cibi da evitare
Tra gli alimenti considerati in grado di provocare dei fastidi durante i giorni delle mestruazioni, compresi crampi, mal di testa, sonnolenza e continuo desiderio di assumere dolci, vi sono: alcol, zucchero raffinato, cibi particolarmente piccanti, snack dolci confezionati, fritture e latticini. Essi dovrebbero dunque essere eliminati o evitati il più possibile già a partire dalla settimana che precede il ciclo.
10) Cibi da preferire
Oltre a non dimenticare di bere acqua a sufficienza e di idratarsi anche grazie alle tisane indicate ai punti precedenti, si dovrebbe provare ad arricchire la propria alimentazione con ortaggi, frutta e verdure a foglia verde, da condire con spezie come lo zenzero, i semi di finocchio, il timo, i semi di lino, la cannella e i chiodi di garofano in polvere. Tali spezie sono considerate alla stregua di veri e propri medicinali naturali in grado di alleviare i fastidi più comunemente accusati dalle donne durante il ciclo.