Rientro a casa dopo le vacanze al via le pulizie

valigiaNon è propriamente piacevole la sensazione che assale, di solito, quando si rientra a casa dopo le vacanze estive. Infatti, complici le finestre chiuse e il calore, la casa ha spesso ciò che viene definito “odore di chiuso”, un fastidioso mix tra stantìo e muffa che non solleva certo l’umore quando le ferie sono terminate. Quindi, per rivitalizzare lo spirito e ricominciare con la quotidianità in modo piacevole e profumato, è importante rinfrescare casa con alcune pulizie domestiche subito dopo aver disfatto i bagagli.
Disfare subito le valigie – Non sono in molti a disfare le valigie appena tornati dalle vacanze: un po’ per nostalgia a un po’ per pigrizia, spesso si abbandonano i bagagli anche per giorni in ogni angolo della casa. Nulla di più sbagliato: le valigie vanno svuotate subito al rientro, per connettersi mentalmente con un nuovo inizio, ricco dei benefici lasciati dalle vacanze. Quindi, il primo step è disfare i bagagli e mettere a lavare immediatamente la biancheria sporca. Senza le valigie di mezzo, sarà più semplice rinfrescare casa.

Iniziare con le lavatrici – Il balletto delle lavatrici è un grande must del rientro, soprattutto se in famiglia ci sono più bambini e/o adolescenti. Ma, complice l’aria calda e il sole, la fortuna è che la biancheria asciuga rapidamente invadendo balconi o casa di un profumo di fresco bucato, che fa sempre bene allo spirito. Quindi, appena si rientra, è bene iniziare a lavare la biancheria più umida e utilizzata (un esempio su tutti, i teli mare e gli accappatoi).

Bagno e cucina – Le prime stanze da rinfrescare sono anche quelle dove è più frequente che si accumulino i cattivi odori, cioè bagno e cucina. Quindi, serviranno pulizie rapide ed efficaci dei sanitari, del lavello e dei fornelli. Seguite da una passata ai pavimenti con acqua e alcol. Questo tipo di “detergente”, molto usato dalle nonne, lascia immediatamente una sensazione di pulito diffusa per tutto l’ambiente. Nel caso vi fossero insetti, come formiche e scarafaggi, è bene controllare, pulire e applicare un prodotto specifico su tutti i possibili accessi dall’esterno (fessure nel muro, porte-finestre) e anche lungo tutti i battiscopa. Da controllare anche la credenza e la presenza di eventuali “farfalline”: nel caso svolazzassero, vanno buttati i sacchetti di farina, pasta o riso aperti.

Stanza da letto – Dopo aver igienizzato bagno e cucina, è importante rinfrescare a dovere le stanze da letto. Prima di tutto, sollevando e sbattendo eventuali tappeti. E poi facendo prendere aria alle lenzuola e al materasso, spalancando le finestre e passando l’aspirapolvere. Un’operazione molto piacevole è la diffusione di essenze rilassanti e profumanti, attraverso l’utilizzo di oli essenziali (lavanda, geranio, limone, menta) e di un diffusore elettrico.

Le piante – Non si tratta di vere e proprie pulizie, ma sicuramente è un’operazione-base del rientro. E non priva di ansia per chi ha il pollice verde: il controllo della salute di piante e fiori su balconi e terrazzi è una delle prime preoccupazioni di chi ritorna dalle vacanze. Insieme a innaffiatura, potatura e sistemazione del verde di casa, è bene approfittare per rinfrescare anche il balcone aiutandosi sempre con acqua e alcol. E non dimenticarsi di svuotare i sottovasi: i temporali estivi possono lasciare acqua stagnante che diventa terreno fertile per le zanzare.