Quando insegnare ai nostri figli le regole per la nanna?

bimbo1Chi non ha mai sentito parlare del libro “Fate la Nanna” di Eduard Estivill?
Il noto neuropsichiatra spagnolo nel 1999, ha pubblicato un famosissimo libro sui metodi per ‘insegnare il sonno’ ai bimbi piccoli, anche quelle di noi che non hanno avuto ancora un bambino, hanno ascoltato, almeno una volta, i commenti e i pareri di amiche e parenti.
Il metodo, in sintesi, suggerisce di mettere il bambino a letto ancora sveglio e di ‘educarlo’ ad addormentarsi da solo, attendendo intervalli di tempo ben precisi prima di ritornare da lui, anche se piange.
Dopo tanti anni e milioni di copie vendute in tutto il mondo, Estivill ha ammesso di aver commesso un errore consigliando tali metodi per i bimbi sotto i 3 anni, perché vanno contro la fisiologia del sonno e dell’allattamento al seno.
Infatti molte mamme, si chiedevano da che età si può iniziare ad applicare il metodo e come si conciliasse con l’allattamento al seno a richiesta di un neonato.
bimbo2Come risposta, dopo molti anni, il neuropsichiatra ha pubblicato il libro ‘A dormire’, che costituisce un aggiornamento sulle conoscenze riguardanti il sonno infantile. In esso spiega alcune regole per insegnare ai bambini a dormire correttamente conciliando l’allattamento al seno. Nel cervello dei bambini c’è un gruppo di cellule che è il nostro orologio biologico e che ci indica che dobbiamo dormire di notte e stare svegli durante il giorno. Come altre strutture del cervello infantile, questo orologio biologico alla nascita è immaturo. Pertanto i bambini dormono a tratti e, fino a sei mesi di età, non possono dormire di fila per tutta la notte.
Le regole spiegate in ‘Fate la nanna’ valevano per i bambini a partire dai tre anni che soffrivano della cosiddetta insonnia infantile per abitudini scorrette. Tali norme non possono essere applicate con i bambini più piccoli a causa dell’immaturità del loro orologio biologico. Occorre praticare altre routine, rispettando l’allattamento materno a richiesta per insegnare a questo orologio biologico a sincronizzarsi con l’ambiente.
Nel libro ‘A dormire’ spiega queste nuove conoscenze scientifiche e indica le linee guida appropriate perché il bambino, seguendo l’allattamento a richiesta, possa arrivare a strutturare correttamente il suo sonno.
Purtroppo il primo libro ha venduto milioni di copie in tutto il mondo, con la conseguenza che molti sono stati i figli di “Fate la nanna”!!!!