Pulire la cucina

pulire la cucinaChe sia nuova o vecchia è sempre importante mantenere pulita la cucina!
Prima di tutto è l’ambiente più esposto all’accumulo di sporco, e quello che deve mantenersi più in ordine, proprio perché diventa fondamentale per la nostra salute consumare i pasti nelle migliori condizioni igieniche.
Non basata pulire il pavimento, quello che è fondamentale è la pulizia dei mobili e del frigo.
I mobili della cucina sono generalmente rivestiti con materiali laminati o in resina. In questi casi per ottenere un buon risultato si deve utilizzare acqua ed ammoniaca. Si prende un secchio e lo si riempie con l’acqua per due terzi, dopodiché ci si aggiunge un po’ di ammoniaca: poca, mi raccomando! Per non sbagliare quantità un buon trucco è quello di riempire il tappo della bottiglia di ammoniaca e versarne il contenuto nel secchio in cui abbiamo messo l’acqua. Dopodiché immergiamo una spugna nel secchio e, dopo una strizzata per evitare di colare la soluzione detergente dappertutto, strofiniamo i mobili. Una volta che abbiamo pulito in questo modo le pareti esterne dei nostri mobili dobbiamo asciugarle. Il modo migliore consiste nel prendere un panno pulito ed asciutto e passarlo sulle superfici che abbiamo lavato, prestando attenzione a non lasciare segni in controluce.
Può capitare che i nostri mobili della cucina siano in legno laccato o, più semplicemente, in legno non laccato. In questo caso dovremmo agire diversamente perché le superfici in legno sono più delicate di quelle laminate o in resina. Quello che ci serve sono sempre acqua e ammoniaca, ma in questo caso l’acqua deve essere bollente, mentre per quanto riguarda l’ammoniaca dobbiamo fare molta attenzione alle dosi, perché una dose eccessiva di ammoniaca potrebbe rovinare il legno. Il rapporto ideale è di tre litri d’acqua bollente per 50 millilitri (ml) di ammoniaca. Quindi facciamo bollire l’acqua e poi prendiamo un secchio grande e ci versiamo tre litri d’acqua. Con un contenitore per liquidi (quello che di solito si chiama “misurino”) contiamo i 50 ml di ammoniaca e li versiamo. Dopodiché puliamo il mobili, usando una spugna e poi asciughiamo con un panno asciutto e pulito.
Poi passiamo al frigorifero.
Prima di tutto bisogna svuotarlo di tutto il suo contenuto e spegnerlo, staccandolo dalla presa elettrica.
Questa precauzione è fondamentale per evitare brutte sorprese. Per pulirlo abbiamo bisogno di una soluzione liquida semplice da preparare: prendiamo un secchio e lo riempiamo con acqua e aceto bianco in parti uguali. Dopodiché prendiamo una spugna e, dopo averla immersa nel secchio e strizzata, puliamo in frigo. L’ultimo ingrediente segreto è… L’olio di gomito! Infatti, se a questo punto non saremo stati troppo pigri, i mobili della nostra cucina saranno splendenti!
Non abbiamo dimenticato il piano cottura, ma merita un capitolo a parte e ne parleremo in un altro articolo!