Mykonos non solo trasgressione

mykonosSe Mykonos è nata dai corpi pietrificati dei giganti sconfitti da Ercole in una delle sue 12 fatiche, è anche terra di leggende più recenti. Battezzata isola dei gay, a partire dagli anni ottanta si è creata una fama di luogo ideale per vacanze all’insegna del divertimento, dove le notti nei club e sulle spiagge non hanno limiti alla trasgressione.
L’isola greca che fa parte delle Cicladi, è ormai da diversi anni aperta a tutti i tipi di divertimento. Le leggende avranno magari qualche fondo di verità, ma ora l’isola è una delle più chic della Grecia e attira turisti da tutto il mondo che la scelgono come meta per le vacanze non solo per sperare di trovarsi in qualche situazione fuori dal comune.
Il bianco abbagliante dei muri, le barche nei porticcioli, il labirinto di case e vicoli, la vista su Delos da Agios Ioannis, il villaggio di Ornos, la spiaggia di Psarou un pranzo o una cena in una taverna a Paraga, la spiaggia di Elia e quella di Tsarna. Queste alcune delle attrazioni, delle cose da vedere e fare, ma, ancora, a nord, la natura selvaggia si pone in contrasto con il resto dell’isola offrendo rifugio a chi vuole stare lontano dai riflettori.
Il mare è splendido ma difficilmente la gioventù riesce a goderselo più di tanto vista l’accesa vita notturna. Le spiagge più note sono quelle del Paradise e del Super Paradise dove dal tardo pomeriggio ci si può scatenare a ritmo di musica e alcol fino a tramonto inoltrato.
Il centro dell’isola, la Chora, è suggestivo e ricco di viuzze con negozietti e abitazioni in classico stile greco. Da visitare anche i famosi mulini di Mykonos, rappresentati sulla maggior parte delle cartoline.
Tra le centinaia di isole tra cui scegliere per una vacanza nel cuore del Mediterraneo, chi sceglie Mykonos forse insegue un po’ il desiderio di trasgressione che gli anni non hanno ancora dissociato dalle leggende, ma in ogni caso la varietà di atmosfere e scenari potranno accontentare qualsiasi piacere dei sensi.