Menopausa in anticipo:tutta colpa dei trucchi!

orologioE’ allarme per le donne che a causa dell’inquinamento chimico, vedrebbero la loro tabella di marcia biologica in anticipo!
Alcune sostanze, presenti nei prodotti di uso comune, dai cosmetici ai detersivi, possono anticipare – da 2 fino a 4 anni – la menopausa. Lo indica uno studio della Washington University a St. Louis, pubblicato online su ‘Plos One’ e guidato da Amber Cooper.

Nel corso dello studio sono state seguite 31.500 donne, arruolate per un vasto studio nazionale di sorveglianza epidemiologica. Ogni due anni – dal 1999 al 2008 – le volontarie hanno risposto a un questionario su salute e nutrizione in cui era contenuta la domanda: “E’ in menopausa?”. Nel corso dello studio i ricercatori hanno anche analizzato sangue e urine per verificare la presenza di inquinanti come pesticidi e ftalati presenti in profumi, materie plastiche, cosmetici, smalti per unghie, lacche per capelli.

truccoE così, analizzando i dati, si è osservato che le donne in cui il tasso di queste sostanze risultava più elevato erano andate in menopausa prima delle altre (da 1,9 anni a 3,8 anni), e avevano una probabilità sei volte più elevata di anticipare la fine dell’ovulazione. Questi risultati non provano che l’esposizione a questi prodotti provoca la menopausa precoce. Ma provano che le due cose sono comunque collegate in qualche modo, pertanto, si consiglia di ridurre il contatto con le sostanze chimiche scegliendo prodotti senza profumi di sintesi (che contengono ftalati) oppure bio, per ridurre i pesticidi.
Gli ftalati, ad esempio, si trovano negli imballaggi di alcuni alimenti e in prodotti, tra cui i profumi, i rossetti, bagnoschiuma, prodotti per la cura dei capelli e smalti.