Matteo Marzotto, ci racconta l’ Expo 2015

matteoGli Ambassador sono i portavoce del messaggio dell’evento. Ognuno di loro ha declinato quello che rappresenta e significa il Tema globale di Expo Milano 2015. “Storicamente sappiamo che le grandi Esposizioni Universali lasciano in eredità qualcosa di fisico. In questo caso mi auguro che il lascito, l’eredità di Expo 2015 sia soprattutto culturale e intellettuale!” – ha dichiarato Matteo Marzotto, uno degli Ambassador di EXPO Milano 2015 – “Expo è globale e imperdibile!”.
Scrittori, sportivi, filosofi, personaggi dello spettacolo, attori, creativi, architetti, designer, chef, musicisti, cantanti, registi, che da ogni parte del mondo hanno accettato questo ruolo di testimonial d’eccezione. Sono uomini e donne, italiani e stranieri, tutti accomunati dalla volontà di condividere il proprio pensiero sull’Evento che metterà l’Italia al centro del Mondo.
“Sarà l’occasione per dare risposte concrete a molti interrogativi su questioni aperte legate all’alimentazione e alla sostenibilità – ha aggiunto Marzotto, imprenditore e manager da sempre vicino ai temi dell’innovazione e del sociale- “. Sono convinto che il tema di Expo Milano 2015 rappresenti il senso più alto del grande, complesso e straordinario evento globale che farà muovere milioni di persone e che potrà sicuramente generare ricadute positive di grande rilievo, non solo economiche”.
Proprio ieri ospite a Domenica In, in un intervista con Paola Perego, ha dichiarato:
“Ho visto tantissime esposizioni, ma non per campanilismo , questa in Italia ha superato le aspettative, è tra le più belle di tutti i tempi!”
Inoltre è stato già contattato per l’organizzazione del prossimo Expo che si terrà a Dubai nel 2020, orgoglio italiano nel mondo l’imprenditore non poteva rifiutare questa nuova occasione per esaltare il made in Italy.