L’importanza di fare stretching

Dolori cervicali e mal di schiena possono peggiorare notevolmente di fronte a posture sbagliate e abitudini errate ripetute nel tempo. Fai un lavoro sedentario? Alzati, fai qualche passo, sgranchisci i muscoli. Secondo alcune ricerche stiracchiarsi, che qualche volta viene considerato segno di maleducazione, in realtà è un esercizio benefico in grado di sollecitare i muscoli, rilassando corpo e mente. Ecco come recuperare elasticità e buon umore con dieci minuti di stretching da praticare ogni giorno.
sedutoDA SEDUTO – Cogli l’occasione per smuovere il corpo anche quando sei seduto sul divano o ti trovi davanti alla scrivania. Distendi le braccia davanti a te, all’altezza del petto, piega i polsi indietro facendo in modo che la punta delle dita vada verso di te. Infine porta i palmi delle mani l’uno contro l’altro, esercitando una pressione alternata: spingi per qualche secondo, poi rilascia e ripeti per alcune serie. Oltre a tonificare le braccia questo esercizio è utile per rassodare il seno.

colloRILASSA IL COLLO – Piega il braccio destro dietro il collo in modo da sfiorare la spalla destra con il palmo della mano: nello stesso tempo appoggia dolcemente la mano sinistra sul gomito in modo da esercitare una leggera pressione. Procedi nello stesso modo con il braccio sinistro, poi concentrati sul collo. Piega il collo prima verso destra, poi verso sinistra, dietro e avanti, con movimenti singoli. Infine, ruota il collo in modo da muoverti secondo un flusso dolce e senza interruzioni, in senso orario e antiorario.

schinaSENTI LA SCHIENA – Anche tu hai la tendenza a ingobbirti? Quando sei in posizione seduta presta attenzione alla tua schiena. Immagina un filo agganciato alla spina dorsale che ti tira verso l’alto come una marionetta. Allarga le spalle, raddrizza la schiena e senti il petto che si apre: per rilassarti velocemente chiudi gli occhi e respira profondamente per tre-quattro volte, sentendo l’aria che arriva nella pancia, gonfiandola e sgonfiandola.

da-fare-in-piediIN PIEDI – Anche in ufficio è importante sgranchire braccia e gambe: questo semplice gesto aiuta a ossigenare i tessuti e contribuisce a svegliare la mente, migliorando la concentrazione. Alzati in piedi e piega il busto cercando di sfiorare la punta dei piedi con le mani. Non piegare le ginocchia, ma evita di esercitare troppa pressione nel tentativo di toccare i piedi. I movimenti dello stretching devono essere morbidi e dolci, mai forzati. Senti le tue resistenze, tratta con amore il tuo corpo. Con il tempo riuscirai sfiorare il pavimento con le mani o, addirittura, appoggiarle. È tutta questione di esercizio e pazienza!

ASCOLTA LE TENSIONI – La psicologia della Gestalt aiuta la persona a lavorare sul corpo imparando a dare attenzione e ascolto alle zone in cui c’è dolore. Quali sono i punti in cui si concentra la tensione? Piega il busto verso sinistra, poi verso destra. Inarca la schiena all’indietro, con dolcezza. Sollecita gambe e braccia, in modo da sciogliere i muscoli. Quando andiamo a dormire senza agire sulle tensioni, il rischio è di svegliarsi, giorno dopo giorno, con dolori crescenti, blocchi articolari e strappi. Ritagliare dieci minuti per te da dedicare allo stretching, quotidianamente, aiuterà il rilassamento psicofisico: un trattamento antietà in grado di favorire elasticità e buon umore.