L’importanza dello sport in gravidanza

yogaTre sono i motivi per cui è importante fare sport durante la gravidanza:
la circolazione, il metabolismo, il diabete. L’attività fisica, scelta correttamente, è indicata anche in un momento importante come la gestazione. Innanzitutto è utile per l’attivazione della circolazione. In gravidanza, infatti, si assiste a dei cambiamenti fisiologici importanti sia per la buona salute del feto, sia per la riduzione del rischio di emorragia post-parto che portano il sangue a essere meno fluido. Questo fattore, unito all’appesantimento fisico e alla compressione dell’addome su alcuni vasi, può favorire trombosi, specie nelle donne meno giovani. Attività come il nuoto e la camminata possono essere di aiuto nel ridurre questi rischi perché effettuano una sorta di massaggio. Muoversi attiva anche il metabolismo, e questo aiuta a prevenire o a contrastare le patologie metaboliche a cui predispone la gravidanza, prima fra tutte il diabete gestazionale. Infine, lo sport aiuta a mantenere il peso corporeo: un aumento eccessivo è un fattore di rischio per parti pre-termine, e ritardi nella crescita. Il riposo a letto, largamente consigliato in passato, espone invece a rischio di futura osteoporosi, anche perché durante la gravidanza si ha un aumento del fabbisogno di calcio che spesso non è compensato dall’alimentazione.
nuotoQuali sport preferire in gravidanza? Un’attività mirata al movimento della pelvi e alla preparazione del perineo, come alcuni esercizi dello yoga, che favoriscono il rilassamento e possono essere un valido aiuto anche nel corso del travaglio. Meglio evitare la posizione supina dopo il primo trimestre e gli sport rischiosi che possono comportare cadute (bicicletta o equitazione) o traumi addominali (pallavolo, calcio, pallacanestro, tennis, per esempio), e attenzione anche a sci o pattinaggio perché in gravidanza i legamenti sono più lassi e vi è un maggior rischio di distorsioni.
Tra gli sport più indicati vi è il nuoto, ma senza mai forzare sui tempi: lo stile dorso è ottimale, a meno di rischio di contrazioni, anche la rana, perché tonifica i muscoli pettorali e aiuta a mantenere un buon tono del seno che aumenta rapidamente di dimensioni. Vanno invece evitati gli stili più faticosi e che possono causare ipossia, come delfino e farfalla. La raccomandazione, in ogni caso, è di non andare mai in affanno: se si è affaticate bisogna fermarsi.