La primavera inizia con l’eclissi solare ed equinozio

eclissi-solareGrande fascino per un evento raro che apre l’equinozio di primavera. C’è grande attesa per l’eclissi del Sole di venerdì 20 marzo che sarà ben visibile anche dall’Italia.  La Luna si interporrà fra la Terra e i raggi provenienti dal Sole, provocando il fenomeno di oscuramento del disco solare visto dalla Terra. L’eclissi sarà totale nel Mare del Nord, vicino alle isole Svalbard e Far Oer, dove in pieno giorno, alle ore 9:46, improvvisamente calerà la notte. Ma sarà possibile assistere al grande spettacolo anche dall’Europa, dal Nord Africa e dalla Russia. In Italia la percentuale di Sole oscurata varierà fra il 67% di Aosta e il 40% di Siracusa. Gli orari in cui comincerà a manifestarsi l’oscuramento dipenderanno dalla posizione geografica. A Roma il fenomeno sarà visibile dalle 9:24, alle 10:31 raggiungerà il suo massimo e il tutto si concluderà alle 11:43.

Se l’idea non sembra allettante, basti pensare che per la prossima eclissi solare parziale bisognerà attendere l’11 agosto 2018, e sarà visibile solo dalla Scandinavia, mentre per un’altra eclissi totale in Europa si dovrà invece aspettare il 2026! Ai curiosi che osserveranno il cielo si consiglia di non guardare il sole direttamente, al fine di evitare di conseguire danni anche permanenti alla vista, è opportuno fare uso di strumenti protettivi, degli appositi occhialini certificati per eclissi in vendita a poco prezzo in qualsiasi negozio di ottica.

In pratica, bisogna dotarsi di occhialini specifici, acquistabili anche nei negozi di materiale astronomico, o guardarla attraverso la proiezione indiretta di un telescopio, dotato di appositi filtri o in alternativa gli occhiali o mascherine utilizzati dai saldatori.