Halloween per i bimbi

buffet-per-la-festa-di-halloweenComunque la si pensi a proposito di questa festa, Halloween per i bambini è davvero un’occasione unica di divertimento e di sana follia. Infatti fantasmi, streghe, scheletri e altri personaggi terrificanti sono tra gli argomenti preferiti dei più piccoli. Quindi, perché non organizzare un party dedicato alla notte più mostruosa dell’anno? Si può pensare a una cena del terrore oppure a un vero e proprio pigiama party, in cui gli invitati resteranno a dormire in un’atmosfera da brividi. Nell’organizzazione delle festa di Halloween, va sempre considerata però l’età dei bambini. La regola è che più i bimbi sono piccoli, più divertente e soft sarà la location. Se i figli sono più grandi, allora via libera ad attrazioni un po’ più paurose.
Le luci – Una delle prime operazioni da fare in casa, quando si organizza la festa di Halloween, è pensare alle luci. Infatti, è indispensabile un’illuminazione che ricordi la notte tempestosa. Dunque, no alle solite luci e sì, invece, a punti di illuminazione molto soft. Se i bambini sono piccoli, meglio evitare le candele per non rischiare danni anche gravi alla casa e all’incolumità degli invitati. Insieme alle luci d’atmosfera, si possono attaccare ai muri e al soffitto gli speciali adesivi a tema che si illuminano al buio (e che, poi, si possano togliere senza alcun problema o residuo). Immancabili anche i festoni con le zucche e gli scheletri, oltre ai disegni paurosi realizzati dagli stessi bambini.

Le maschere – Alla festa di Halloween, ci si maschera da mostri, scheletri, streghe e altre “presenze” magiche. Ma non è certamente necessario dover acquistare tutto l’occorrente. Possono, infatti, bastare vecchie federe e lenzuola, cartoncini neri ritagliati a forma di scheletro e disegnati con il gesso bianco, calzamaglie e dolcevita di mamma e papà. Anche gli adulti possono mascherarsi, sempre tenendo conto dell’età degli invitati: vietato spaventare i bambini più piccoli o impressionabili, indossando travestimenti eccessivamente realistici. Meglio optare per cappelli da strega e stregone e qualche accessorio divertente. Da non dimenticare: l’angolo del trucco per i bimbi.

I dolcetti a tema – In Italia non si è ancora diffusa la tradizione americana che vede i bambini girare per le case del vicinato, pronunciando la famosa frase “dolcetto o scherzetto?”. Ma quest’abitudine è anche il fulcro della festa di Halloween e, con il benestare dei condomini (avvisati per tempo), i bimbi potranno girare per il palazzo suonando alle porte in cerca di dolcetti, sempre accompagnati da un adulto. Anche in casa, però, non devono mancare dolci e buffet a tema. Per esempio, i biscotti a forma di zucca o di scheletro: la base è la classica pasta frolla, ritagliata con formine speciali che si trovano ovunque in commercio. Oppure, gelatine di frutta a cui dare nomi a tema, come per esempio “bava di mostro”. Con i coloranti alimentari e con ciò che madre natura ci offre, si può trasformare un intero menu nei toni caratteristici di Halloween.

Le zucche – Non è Halloween, senza la zucca. Prima della festa, dunque, è bene farne incetta al mercato. Le zucche da acquistare sono proprio quelle da intaglio e decorazione: il rivenditore indicherà la qualità adatta e al supermercato di solito le indicazioni si trovano scritte proprio sulla stessa etichetta. Queste zucche sono povere di polpa e hanno forme particolari, per creare veri e propri capolavori insieme ai bambini. Ovviamente, dovendo utilizzare coltelli e coltellini, è necessario che il lavoro di intaglio sia eseguito da un adulto, con la supervisione e le indicazioni dei bimbi. Un’idea: i piccoli ospiti potranno cimentarsi in progetti disegnati e tagliati con le forbici, mentre i grandi li riprodurranno sulle zucche.