Giovani e droghe sintetiche: il nuovo sballo!

giovaniL’estate ci ha consegnato un bollettino drammatico sul bilancio dei giovani morti per assunzione di droghe. Secondo i dati del Cnr (Consiglio nazionale di ricerca) la discoteca resterebbe il luogo di elezione, per i ragazzi, per procurarsi e assumere sostanze psicoattive illegali. Ma quali sono le droghe che assumono per ‘sballarsi’?

Sono principalmente di due tipi: eccitanti o stimolanti e allucinogene. Alla prima categoria appartengono le anfetamine e la cocaina. Nella seconda categoria rientrano la marijuana, l’hashish, l’lsd e l’ecstasy. La più utilizzata per lo sballo in discoteca è l’ecstasy, una droga sintetica che dà effetti eccitanti e allucinogeni. I giovani che l’ assumono – avvertono dall’Istituto Neurologico Mediterraneo – possono morire per una sindrome gravissima, chiamata ‘serotoninergica’, che può comparire da 15 minuti a 6 ore dopo l’assunzione. Causa ipertermia, collasso cardiocircolatorio, insufficienza renale, necrosi epatica e morte, che può avvenire anche nel giro di un’ora. La tossicità della droga è amplificata da sovraffollamento, elevata temperatura ambientale, musica ad alto volume, ballo e disidratazione.

A fare concorrenza all’ecstasy è il boom delle nuove droghe sintetiche, acquistate online o prodotte in casa. Le reali conseguenze ancora non si conoscono fino in fondo ma, quando non si muore, le subisce il cervello. Le oltre 500 molecole di droghe sintetiche scoperte fino a oggi sfuggono, nella quasi totalità, sia al contrasto delle forze dell’ordine che ai test medici.
Il dato è allarmate ed è difficile per i medici soccorrere i ragazzi che arrivano al pronto soccorso, senza sapere cosa hanno effettivamente assunto!