Giacca di pelle il capo più versatile del guardaroba femminile

1111-605x605In giro trovate diversi modelli, a parte il classico chiodo e il giubbetto di pelle. Le case di moda si sono sbizzarrite proponendo, prima di tutto, giacchette in eco-pelle che, al di là del costo decisamente inferiore, salvano la vita agli animali. Il colore prediletto è sempre il nero, ma quest’anno spopola il rosso e vi dirò che le giacche che ho visto in giro sono davvero molto belle e adatte ad ogni occasione.
Una delle particolarità è che non hanno bottoni, fibbie, lacci, occhielli, passanti, niente di niente soltanto cuciture. Sono un incontro di stili: classico ed innovativo. Quest’ultimo, con cuciture in evidenza che delineano così alla perfezione il taglio. Ottima la vestibilità anche per le taglie più “capricciose”.

Alcune sono più particolari perché non hanno il colletto ma un giro collo tondo e aperto che ricorda i corsetti degli abiti settecenteschi. Abbiamo giubbini in pelle e pelliccia fuori – alcuni anche dentro – . Lo stile cappotto di pelle alla Matrix non è ancora tornato di moda, ma se lo riesumate dall’armadio nessuno vi guarderà stupito.

Ed ancora, giacchetti e giacche con cerniere in bella vista ma soltanto davanti, le spalline sono libere dalle catene. Poi ci sono quelli in stile un po’ trapunta: grosse cuciture a quadri. Una nota speciale vanno alle giacche con gli inserti in oro o semplici cuciture ai bordi, sempre in oro. Sono molto chic ma l’oro e lo stile eccessivo che ne consegue se abbinato a capi semplici, come un tubino, può risultare molto seducente e accattivante.

Come avrete intuito la giacca o il giacchetto di pelle detengono a gran titolo lo scettro di ever-green della moda. Hanno davvero tanti anni, non possiamo neanche calcolarli visto che furono proprio i nostri antenati e per antenati intendo gli uomini primitivi ad indossarli per prima. A questo punto vi sfido a fare i conti. Io mi arrendo prima di cominciare. Il calcolo matematico e storico richiederebbe uno sforzo non adatto alle mie esuberanti “celluline grigie”. Accontentiamoci di indossarli e di indossarli praticamente con tutto.

Naturalmente questo richiede più di un acquisto in quanto lo stile non va mai dimenticato. Con questo monito intendo che se optate per uno stile rock potete indossare un chiodo o un semplice giubbino, ma se preferite un vestitino un po’ più classico vi prego di seppellirlo nell’armadio. Al contrario potete indossarlo con un tubino nero, l’outfit che si rifletterà allo specchio non sarà proprio di classe, ma almeno sembrerete alternative, soprattutto donne che hanno dedicato almeno 15 minuti della loro vita a scegliere cosa indossare prima di uscire. Ricordate che lo stile “ho messo addosso la prima cosa che ho trovato” è l’unica cosa che nel mondo della moda non è mai andato di moda.

Come sempre avete l’imbarazzo della scelta, dovete soltanto pensare all’outfit che più si avvicina al vostro “io” e ricordare che “Tutti i vizi, quando sono di moda, passano per virtù”. Molière