Foulard, fasce e cappelli, mai senza accessori fra i capelli

Foulard-Capelli-Modella-535x300Questa è l’estate degli accessori fra i capelli e del ritorno dei colori naturali. Dal recente festival della musica di Coachella, in California, al gala di beneficenza che ha inaugurato, come da tradizione, la mostra annuale della moda del Metropolitan Museum di New York, è tutto un fiorire di foulard, fasce ricoperte da perline,  tiare da regina e gioielli e cappelli a falda larga. Alla serata del Met di New York i capelli sciolti erano una rarità, mentre gli accessori un must. Rihanna, si è presentata con una tiara in testa, Karen Elson sfoggiava una vistosa corona da regina. Fascia nera a rete fra i capelli, ricoperta di perline nere, invece per Lady Gaga. Gioielli incastonati fra i capelli per Kate Hudson, cerchietto prezioso per Zendaya. L’accessorio per le chiome più ingombrante è stato invece il cappello di nastri di Sara Jessica Parker. I foulard in testa non sono di certo una novità ma erano stati abbandonati nei cassetti e invece adesso c’è tutto un nuovo modo di indossarli sia di giorno, in città o al mare per proteggersi dal sole e rinfrescarsi, che per le feste in spiaggia.

Se lo stile viene sempre più dettato dalla strada e meno dai creativi, questa è l’estate degli accessori fra i capelli e del ritorno dei colori naturali. Su Pinterest impazzano le bacheche ‘foulard-hair’ con i turbanti afro in cima ai più condivisi. Le chiome questa estate vanno coperte, mai più spettinate, selvagge e bicolore. Si torna alle nuances naturali e all’eleganza.Mai senza accessori fra i capelli è il leitmotiv della moda capelli per la stagione più calda che incombe.

“Complice il gran caldo le chiome si fanno più corte e anche per difendersi dal solleone i foulard sono l’accessorio più elegante e creativo del momento” – spiega Domenica Ricciardi, hairstylist di star del cinema e della moda he ha creato le combinazioni dei foulard nei capelli della gallery. – “I foulard in testa non sono di certo una novità ma erano stati abbandonati nei cassetti e invece adesso c’è tutto un nuovo modo di indossarli sia di giorno, in città o al mare per proteggersi dal sole e rinfrescarsi, che per le feste in spiaggia”.
fccb5efb0bb8dc2d6e906f0d341a163bMai annodati alla contadina, il resto è tutto concesso, basta sembrare originali. “Il più originale resta il turbante azzurro con quel drappo giallo e le frange azzurrine annodato al capo della Ragazza con l’orecchino di perla, detta anche Ragazza col turbante, dipinta da Jan Vermeer nel lontano 1600” – commenta Ricciardi. –“Ai tempi nostri si possono facilmente annodare nei capelli lunghi, medi e corti, in mezzo alla coda di cavallo o una treccia. Oppure usati a fascia come un cerchietto, anche su capelli corti, con un fiocco laterale con le punte lungo le spalle o, ancora, arrotolarlo a turbante. Il segreto è fissare i bordi con delle mollette perché la seta tende a scivolare via, oppure usare le fasce elastiche ad effetto foulard”.
E per l’estate? “Morti e sepolti i capelli bicolore che impazzavano sulle spiagge la scorsa estate, si ritorna a tonalità più naturali e affini alla carnagione. Finiti i tempi delle chiome extra lunghe arrotolate in ciocche, meglio tenerli legati, lisciati con gel o coperti da cappelli e foulard protettivi. Guardando nelle città nord europee dove le donne indossano fasce, cerchietti, spille, foulard e coroncine fiorite, capelli in tessuto anni ’30 a falda ampia con spille appuntate su” spiega Ricciardi.
Anche i colossi beauty specializzati in tinture per capelli hanno virato verso effetti più eleganti e naturali. Supermercati e acconciatori propongono tinture dall’ effetto ‘bronde’, neologismo che pare essere stato coniato dal colosso L’Oreal e che incrocia le parole ‘brown’ con ‘blonde’, che in sintesi vuol dire colori più uniformi e caldi. La tecnica si basa incrociando colpi di sole chiari su basi castane e brune combinando entrambe le tonalità per ottenere sfumature naturali e niente più colori a strisce, righe, strati.