Detersivi fai da te: aceto, limone e bicarbonato

pulizie-ecologiche-limoneL’aceto (disinfettante, detergente e anticalcare), il bicarbonato di sodio (per il suo potere sgrassante e brillantante) e il limone (brillantante e profumato) sono tre validi alleati per l’igiene della casa. Scopriamo insieme come possiamo eliminare alcuni detersivi per curare l’igiene della nostra casa:

L’aceto, puro o diluito in acqua, si rivela un ottimo anti-calcare nella pulizia di sanitari e rubinetti. Ad esempio, per sciogliere il calcare dalle griglie rompigetto dei rubinetti, smontatele e lasciatele immerse nell’aceto puro per una notte; per poi risciacquarle, asciugarle e montarle di nuovo sui rubinetti il mattino seguente. Per la pulizia del calcare all’interno del water, invece, tamponate con uno straccio l’acqua all’interno del wc e versateci l’aceto di vino puro, lasciandolo agire per almeno un quarto d’ora, per poi strofinare con lo scopino fino a rimuovere le incrostazioni. Per eliminare il calcare da rubinetti, sanitari, piastrelle e dal box doccia, utilizzate uno spruzzino preparato con: 200 millilitri di aceto di vino bianco 300 millilitri di acqua distillata. Spruzzate sulle superfici, lasciate agire per una decina di minuti e risciacquate, passando una spugna. Infine, asciugate con un panno di cotone.

Per disincrostare lavatrice e lavastoviglie,invece, fate periodicamente un ciclo di lavaggio a vuoto a 60°C con 1 litro di aceto puro da versare direttamente nel cestello. Anche la macchina del caffè può essere ripulita dal calcare semplicemente versando nel serbatoio l’aceto puro. Azionatela finché non si sarà svuotata di tutto l’aceto. Per un ottimo sgrassante per mobili, mischiate 3 parti d’olio d’oliva con 1 parte di aceto bianco, applicando la mistura su un panno umido, magari con l’aggiunta di qualche goccia d’olio essenziale per profumare la stanza.

L’aceto bianco decolorato, applicato su un panno umido, è utile a disinfettare le superfici di lavoro, oltre che per assicurare un’eccezionale brillantezza dei vetri, in particolar modo di quelli opacizzati dal tempo e dalla polvere (es. i bicchieri di un “servizio buono” verranno immersi in aceto bianco, riscaldato per 1 ora, strofinandoli bene, sciacquando ed asciugando). Per pulire a fondo il forno, invece, dopo averlo preriscaldato a 180° e spento, inserite in esso un tegame con acqua fatta bollire con un bicchiere di aceto bianco. Lasciatelo in forno per 15 minuti, per poi procedere alla normale pulizia, sgrassandolo con più facilità.

SodiumbicarbonateIl bicarbonato si rivela un vero alleato contro gli acari della polvere.E’ sufficiente spargerlo sulla superficie da trattare (es. moquette di casa, tappeti, poltrone ecc.), lasciarlo agire per circa 2 ore e passare l’aspirapolvere per eliminare il prodotto. Il bicarbonato è ottimo per igienizzare i contenitori per alimenti,pertanto realizzate una soluzione con 1 litro di acqua calda, 4 cucchiai colmi di bicarbonato e la scorza di mezzo limone, strofinando l’interno dei recipienti con una spugnetta umida su cui avrete cosparso un altro cucchiaio di bicarbonato, eliminando così batteri e cattivi odori. Per pulire e lucidare l’argenteria,formate un impasto con acqua e bicarbonato, 3 parti di polvere e 1 d’acqua, e applicatelo mediante un panno di cotone o di lino direttamente sulla superficie dell’oggetto da pulire, insistendo in modo particolare sugli sbalzi e le decorazioni. Poi sciacquate e asciugate. Il bicarbonato aiuta anche a far ritrovare lucentezza ai gioielli in argento: ricoprite con un foglio di carta d’alluminio un recipiente e riempitelo con acqua calda, aggiungendo qualche cucchiaio di bicarbonato e di sale da cucina (1 cucchiaio: 25g) ogni litro d’acqua. Immergete l’oggetto da pulire e lasciatelo a bagno in questa soluzione per un’ora, sciacquando e asciugando con un panno morbido.

Per capi e tessuti sempre morbidi, versate nella vaschetta dell’ammorbidente 25 gr di bicarbonato, oppure, a mano, direttamente nell’acqua di ammollo del bucato. Mai utilizzare bicarbonato su lana e seta. Se la macchia è fresca, è sufficiente bagnarla con acqua fredda, aspettare qualche minuto e cospargerla di polvere, lasciando agire per almeno un’ora prima di lavare l’indumento in lavatrice. Se invece la macchia è secca, procedete così: stendete l’indumento sul tavolo, bagnate la macchia con acqua fredda e lasciate agire per qualche minuto. Nel frattempo, formate una pasta di bicarbonato e acqua fredda che spalmerete sulla macchia: lasciate asciugare e spazzolate via i residui prima di lavare in lavatrice.

pulire-con-limone-380x260Per eliminare la ruggine,prendete una ciotola e mischiate 3 parti di sale e una di limone, strofinando la soluzione sulla superficie arrugginita con uno spazzolino e lasciando agire per circa 30 minuti, finché il ferro non tornerà a splendere come prima. Il succo di limone è ottimo per pulire i vetri. Basta spremere 2 limoni, filtrarne il succo e mescolarlo con ½ litro di acqua, versandolo in un normale nebulizzatore, magari riciclando un contenitore spray del prodotto per vetri che avete usato in precedenza. Spruzzate il succo direttamente sui vetri da pulire, distribuendolo uniformemente con la carta da giornale appallottolata. Asciugateli con un altro foglio di carta e non ci sarà traccia di aloni o pelucchi. Quando utilizzate la lavastoviglie, ricordatevi di aggiungere un limone già spremuto nel cestello oppure il succo di mezzo limone al posto del brillantate.

In questo modo, piatti e stoviglie risulteranno pulitissimi e brillantissimi. In lavatrice, invece, col bucato bianco potete mettere direttamente nel cestello mezzo limone privato dei semi, con azione sgrassante e antimacchia. Per lucidare l’acciaio inox,tagliate a metà un limone e cospargetelo di sale fino, sfregandolo sull’oggetto da lucidare con movimenti circolari. Per lucidare l’ottone e l’alluminio, invece, mescolate del cremore di tartaro, un ingrediente di pasticceria che si trova anche al supermercato, con del succo di limone, in dosi tali da ottenere una pasta densa da strofinare, con uno straccio, sulla superficie da lucidare con movimenti circolari. Il limone è un ottimo rimedio contro l’odore dell’urina dei gatti su tappeti, mobili e giardino, ma anche contro pidocchi e zanzare. Per realizzarne uno: versate in una bottiglietta spray 1 litro d’acqua, le scorze di un limone w 20 gocce di olio essenziale di eucalipto, spruzzando questo repellente dove volete, tranne che su piante, foglie ed erbe, in quanto può nuocere alla loro salute.