Consigli per non diventare schiavi delle faccende domestiche

come-mantenere-la-casa-pulita-senza-stress_b7ee67eed2d07fa321051a4f65c4c6b5Le pulizie di casa sono necessarie ma, spesso, sembrano davvero infinite. Soprattutto se si hanno bambini piccoli, infatti, non si fa in tempo a pulire e riordinare che la casa è di nuovo un campo di battaglia vero e proprio. Per arginare questa situazione, vanno individuate quelle operazioni quotidiane (lampo e indolore) che permettono di tenere la casa pulita senza dover rifare tutto da capo ogni due-tre giorni. Bagno e cucina sono le stanze da cui partire.
Lava sempre i piatti – Che si sia provvisti o meno di lavastoviglie, per avere una casa sempre pulita è necessario lavare i piatti dopo ogni pasto. Evitando, così, di abbandonarli nel lavello e di trovarsi, poi, con una montagna di stoviglie incrostate da lavare in una volta sola. Se si utilizza la lavastoviglie, è importante ricordarsi di svuotarla per tempo (impostando magari un allarme ad hoc sullo smartphone).

Butta la spazzatura ogni sera – Una casa pulita non può prescindere dall’eliminazione (corretta e differenziata) della spazzatura. Meglio fare quest’operazione alla sera, prima di andare a letto. Si eviterà, così, di trovarsi di corsa al mattino con tutti i sacchi del pattume in mano e la paura di sporcarsi. Per agevolare la raccolta differenziata, insegnandola anche ai bambini, è bene porre in cucina o sul balcone, contenitori appositi di colore diverso.

Passa l’aspirapolvere in tutta casa – La polvere, soprattutto in città, tende a formare veri e propri cumuli di “lana”, subito visibili agli ospiti… La situazione peggiora se si hanno gatti o cani dal pelo lungo in casa. Lo stesso discorso vale per le innumerevoli briciole seminate dai bambini in ogni dove. Per questi motivi, è consigliabile passare l’aspirapolvere appena tornati dal lavoro, in ogni stanza. Per eseguire al meglio questa operazione, vale la pena investire in elettrodomestici dalla massima resa e dalla minima manutenzione (aspirapolvere senza sacco, robot…).

Il bagno, terra desolata – Un altro tasto dolente, nella pulizia della casa, è rappresentato dal bagno. Infatti, non è raro che proprio in bagno si accumuli qualsiasi cosa: dal vestito alla crema, ai calzini dei bambini abbandonati negli angoli più impensati. Per avere un bagno sempre pulito e in ordine, è necessario posizionare una strategica cesta per i panni, già divisa in colorati e bianchi. Inoltre, è bene che ciascun componente della famiglia (compatibilmente con l’età), una volta terminata la doccia, si preoccupi di passare l’apposito accessorio per pulire i vetri. Bastano pochi secondi per evitare di trovarsi con una doccia incrostata di calcare. Allo stesso modo, è importante riporre in un luogo sicuro, ma conosciuto agli adulti, uno sgrassatore spray con spugnetta per detergere rapidamente il lavabo quando ci si lavano i denti o ci si spazzolano i capelli…

Pavimenti e vetri – I pavimenti, poi, andrebbero detersi con acqua e soluzione apposita un giorno sì e uno no. Invece, i vetri andrebbero lavati una volta alla settimana. Soprattutto se si abita in città inquinate o se ha piovuto molto. Per quanto riguarda i lavori “di fino”, è bene riservare questo genere di pulizie al cambio di stagione.