Consigli e trucchi pulizia dei gioielli in oro

Avete ritrovato un vecchio portagioie contenente dei preziosi gioielli di famiglia ormai opacizzati e non sapete come farli tornare al loro antico splendore? Notate che i gioielli in oro giallo che amate sfoggiare quotidianamente non brillano più come vorreste? O, ancora, accomodandovi sulla vostra poltrona preferita, osservate che quel suppellettile al quale siete molto affezionati non sfavilla come il ricordo che porta con sé?
Nessun problema: provate a pulirlo seguendo i nostri consigli.
L’oro, come gli altri metalli, tende ad ossidarsi, ovvero a divenire di colore più scuro con il passare del tempo.
Non solo: l’uso quotidiano di creme, cosmetici, saponi o profumi possono innescare nei preziosi una particolare reazione chimica che porta il metallo ad opacizzarsi, perdendo lucentezza e colore.
Tuttavia, è possibile preservare al meglio i nostri gioielli, grazie a un’accurata pulizia da eseguire periodicamente.

jewls-pulire-oro1Per pulire l’oro comodamente2323 da casa vostra, procuratevi i seguenti materiali:

Una pentola
Acqua
Detersivo sgrassante per piatti
Alcool denaturato
Ovatta
Un panno morbido
Una spazzola con setole morbide
Innanzitutto, scegliete una pentola la cui capienza e grandezza possa contenere la quantità e, soprattutto, le dimensioni degli oggetti in oro che volete pulire.
Ora, riempitela di acqua tiepida e immergetevi i vostri preziosi in oro, ponendo poi la pentola su un fornello a fiamma media. Quando l’acqua giunge a ebollizione, spegnete il fuoco e aggiungete all’acqua qualche goccia di detersivo per piatti, lasciando gli oggetti immersi per circa 40 minuti.
Trascorso questo tempo, prelevate i preziosi dalla pentola e sciacquateli sotto ad un getto abbondante di acqua fredda. Quindi, con l’aiuto di un panno morbido, asciugateli accuratamente, facendo attenzione che nessun oggetto rimanga umido.
Bagnate l’ovatta con l’alcool denaturato e strofinate (con molta delicatezza in presenza di gemme preziose), la superficie degli oggetti in oro, senza trascurare parte alcuna; la forza dell’alcool denaturato restituirà ai vostri oggetti d’oro la loro antica lucentezza.
Nel caso in cui i vostri gioielli preziosi presentino trame molto strette o sottili, la lucidatura con l’ovatta potrebbe non essere efficace; in questo caso, vi suggeriamo di utilizzare una spazzola dalle setole morbide e tanta pazienza.

Se l’usura sul prezioso persiste anche dopo questo procedimento o se non è divenuto lucido come speravate, potrebbe darsi che il vostro gioiello sia molto graffiato; onde evitare peggioramenti, il consiglio è di recarsi dal proprio gioielliere, il quale dispone dei giusti macchinari per lucidarlo e riportarlo alla brillantezza iniziale.

E per pulire l’oro bianco?
L’oro bianco è una lega che fonde l’oro giallo ad altri metalli nobili come l’argento, il platino, o il palladio.
Ebbene, per praticare una corretta pulizia di questa tipologia di metallo ed evitare che i preziosi si rovinino irrimediabilmente, è bene rivolgersi direttamente all’orafo di fiducia, escludendo i metodi “fai da te”.