Come lavare ed eliminare il cattivo odore dalle scarpe

shutterstock_181682981In palestra, per fare sport, per correre al parco, con il sole e con la pioggia. Le sneader ormai si sfoggiano anche tutti i giorni, con abiti, gonne e persino con completi formali. Con l’arrivo della stagione calda aumenta il problema dei cattivi odori generati dal sudore, non solo sui vestiti ma anche nelle scarpe da ginnastica dove i piedi, costretti per lungo tempo non respirano. Oltre a scegliere delle scarpe che facilitano la traspirazione, preferibilmente in tela o in pelle, possiamo utilizzare alcuni accorgimenti per prolungare la durata delle scarpe e farle tornare come nuove, eliminando sporco e cattivi odori. Ma come si puliscono? E come si tolgono gli eventuali cattivi odori? Ecco una guida chiara per lavarle a mano o in lavatrice

Le scarpe da ginnastica, quelle maggiormente colpite dal problema, posso essere facilmente lavate, sia a mano che in lavatrice, utilizzando prodotti ecologici che si possono facilmente trovare in casa. I modelli più resistenti superano il ciclo di lavaggio senza problemi. Quelle più delicate, invece, possono essere lavate a mano per non rovinarle. Si tratta comunque di un’operazione piuttosto rapida.

Innanzitutto per debellare lo piacevole odore che inevitabilmente si manifesta, in quanto la suola è generalmente di gomma, bisogna cospargere le suole, dall’interno, di bicarbonato, e lascialo agire tutta la notte per poi rimuoverlo al mattino.

Il lavaggio può essere eseguito a mano o in lavatrice: il primo comporta maggior impiego di tempo e lavoro, ma, secondo alcuni e in certi casi, è ” più sicuro”; il secondo è rapido e semplice, ma è necessario seguire alcune regole per non rovinare le scarpe.

Il lavaggio a mano delle scarpe in tessuto si esegue (dopo aver tolto le stringhe e l’eventuale soletta che sono da lavare a parte) mettendole a bagno in una soluzione di acqua tiepida ( l’acqua calda potrebbe danneggiare le parti incollate ), sapone di Marsiglia o detersivo per i piatti sgrassante e 1 cucchiaio di bicarbonato per 10-15 minuti.

Poi si passa energicamente una spazzola da bucato sulle eventuali macchie e, una volta che queste sono state eliminate, si sciacquano accuratamente le sneakers sotto un getto d’acqua, in modo da non lasciare residui.

Infine, si mettono le cazature ad asciugare all’aria aperta, lontano dai raggi solari e da fonti di calore, in posizione verticale o con la punta sollevata, in modo che l’acqua rimanente rifluisca nella parte del tallone, così da poterla facilmente eliminare.

Nel caso di calzature per le quali il lavaggio in lavatrice con la candeggina non fosse possibile (scarpe di pelle, scamosciate, etc.) serve procurarsi del timo in grande quantità. Prendi il paio di scarpe ‘incriminato’ e metti all’interno delle calzature uno strato di timo. Questa pianta è un disinfettante ed un antibatterico naturale che non coprirà la puzza ma eliminerà la causa del cattivo odore, cioè i batteri. Lasciando il timo in posa tutta la notte otterrai risultati eccezionali.