Come eliminare le macchie di rossetto

Rossetto-sui-vestiti

Fra le macchie peggiori da trattare c’è in assoluto quella di rossetto, ancora più difficile da togliere delle macchie di profumo o di olio, in modo particolare se le troviamo su tessuti molto delicati.

Quasi tutte le donne amano truccarsi e, distratte o non, un po’ a tutte è capitato che questo amato cosmetico, che rende le labbra così sensuali, sia finito sul nostro abito preferito. Che fare? La prima regola di buon senso per ottenere un risultato ottimale consiste nel cercare di agire subito per contrastare la presenza della macchia.

Non sempre la macchia si eliminerà con facilità: innanzitutto bisogna testare l’eventuale metodo smacchiatore su una piccola parte.

E’ però necessario tenere presente un accorgimento importante. E’ bene testare il rimedio che si è deciso di impiegare su di una piccola parte del tessuto, per essere certi di non danneggiarlo.

1) Macchie di rossetto fresche

Se le macchie di rossetto sono fresche, risulterà più semplice rimuoverle. A seconda dell’indumento su cui la macchia si sarà formata, sarà necessario consultare le istruzioni di lavaggio suggerite in etichetta ed agire di conseguenza. In molti casi le macchie di rossetto fresco possono essere rimosse con facilità tramite un semplice prelavaggio a mano con acqua ed un pochino di sapone, senza dover ricorrere all’utilizzo della lavatrice.

2) Non strofinare le macchie

Soprattutto se la macchia di rossetto risulta fresca, è bene non strofinarla al fine di non macchiare ulteriormente i tessuti e di non allargare l’alone colorato. Anziché strofinare è consigliabiletamponare la macchia con un panno pulito e quindi risciacquarla con dell’acqua tiepida. Potrebbe essere utile ricorrere a poche gocce di sapone liquido o di detersivo per i piatti ecologico nel caso delle macchie più ostinate. E’ bene lasciare agire il prodotto per alcuni minuti prima di risciacquare.

3) Mollica di pane

Un rimedio utile a cui ricorrere soprattutto nel caso di macchie di rossetto appena formatesi (ed al fine di evitare il ricorso ad alcol, ammoniaca o ad altri prodotti aggressivi) consiste nell’impiegare della mollica di pane leggermente impastata sulle dita ed inumidita con una goccia d’acqua. La mollica dovrà essere appoggiata sulla macchia e lasciata agire per alcune ore, in modo tale che possa assorbirla.

4) Sapone di Marsiglia

Nel caso di capi resistenti, come i jeans, le macchie di rossetto possono essere rimosse pretrattandole prima del lavaggio in lavatrice con del sapone di Marsiglia. Il sapone di Marsiglia liquido potrà essere applicato direttamente sulla macchia senza strofinarla. Nel caso della saponetta, la si potrà inumidire per applicare il sapone sulla macchia con l’aiuto di una spugnetta, da lasciare appoggiata su di essa senza strofinare.

5) Percarbonato di sodio

Il percarbonato di sodio è uno sbiancante ecologico che può essere utilizzato in sostituzione della candeggina, in caso di macchie persistenti. Può essere applicato direttamente sulla macchia per pretrattarla, oppure può essere aggiunto, secondo le quantità indicate sulle confezioni, direttamente nel cestello della lavatrice. Il percarbonato di sodio si torva in vendita online o nei negozi di prodotti ecologici per la casa.

6) Tessuti lavabili

Nel caso di macchie di rossetto presente su tessuti lavabili come cotone, lino e fibre sintetiche(nylon, poliestere, spandex) è possibile agire per attenuare la macchia prima del lavaggio coprendola con un panno assorbente. A questo punto la macchia potrà essere inumidita e rimossa almeno in parte con una spugnetta. Si potrà dunque passare al lavaggio in lavatrice.

7) Tessuti non lavabili

Ci riferiamo soprattutto ai capi di lana delicata e di seta ed ai tessuti sintetici non lavabili di abiti o rivestimenti per la casa. In questo caso il rimedio da impiegare consiste nel tamponare la macchia, cercando di rimuoverla il più possibile, con una spugnetta imbevuta di acqua tiepida, provando ad aggiungere con molta cautela alcune gocce di aceto bianco. Il tutto dovrà essere risciacquato con poca acqua e lasciato asciugare.

8) Pelle e camoscio

Nel caso di pelle e camoscio, veri o sintetici, sarà necessario agire con estrema delicatezza sulle macchie di rossetto. E’ possibile in questo caso provare a rimuovere la macchia strofinando leggermente con un panno morbido o con una spazzolina. Utilizzare solventi potrebbe rovinare i tessuti. E’ dunque preferibile ricorrere ad un metodo naturale per assorbire la macchia di rossetto fresca, cospargendola cioè con dell’amido di mais o di riso.

9) Colletto della camicia

Per rimuovere efficacemente una macchia di rossetto dal colletto di una camicia in cotone è consigliabile pretrattarla immediatamente con del sapone liquido o con del detersivo per i piatti, lasciando agire per almeno un’ora ed in seguito passando ad un ammollo in acqua tiepida prima del lavaggio in lavatrice.

10) Macchie di rossetto secche

Se le macchie di rossetto non sono più fresche, non tutto è perduto. Se ci troviamo di fronte ad un tessuto resistente, è bene pretrattare la macchia con del detersivo per i piatti, dello shampoo o del sapone liquido prima del lavaggio in lavatrice. Nel caso di tessuti delicati che non possono essere lavati, è consigliabile rivolgersi ad una tintoria per non rischiare di danneggiare i tessuti.