Chi l’ha detto che la routine distrugge la coppia?

dialogo-di-coppia-consigliDi solito si pensa che l’idea di abitudini e routine abbiano un significato negativo, legato alla noia. In realtà, invece, esistono abitudini positive, in particolare per quanto riguarda il sesso. Perché in fondo la vita quotidiana ha bisogno di sicurezze, appuntamenti fissi in cui darci la possibilità di vivere l’altro con gioia e felicità come durante la fase dell’innamoramento. Se è il senso del dovere ad appesantire la relazione, è tempo di riscoprire il gusto a vivere l’amore nei suoi momenti di pura bellezza e voglia di stare insieme. La vita di tutti di giorni aumenta il senso di stanchezza e ci rende meno attivi, più assonnati e poco inclini ai sacrifici che nei primi tempi si fanno per il partner con gioia. Se prima erano sufficienti poche ore di sonno, ora ci prendiamo tempo per dormire un quarto d’ora in più e il caffé lo beviamo velocemente, fuori casa. Sbagliato. La colazione insieme è un momento importante, soprattutto nella società attuale, in cui si finisce per darsi un saluto veloce di mattina e rivedersi quando è ormai sera. Trasforma la colazione in un momento in cui scambiare un bacio e condividere un pensiero con il partner: la giornata inizierà con un sorriso.

Pigiami pesanti e vecchie magliette sono comodi e durante l’inverno hanno l’effetto di una vera e propria carezza sulla pelle, tuttavia possono far dimenticare a una coppia il piacere del contatto epidermico. Nei primi tempi di una storia spesso si finisce per dormire nudi, uno fra le braccia dell’altro: scegliere di nuovo la nudità avrà effetti diretti sulla tua vita sessuale, perché la pelle, il primo confine fra noi e gli altri, costituisce una chiave d’accesso al partner e un organo altamente erotico. Se non ami dormire completamente nudo opta comunque per un indumento leggero e poco coprente: la vicinanza epidermica accenderà la voglia di abbracciarsi e sentire il contatto con l’altro.

Per alcune persone il semplice fatto di mangiare dallo stesso piatto o con la stessa forchetta può diventare un problema: rispettare le esigenze degli altri è doveroso, ma al tempo stesso sperimentare un rapporto di maggiore vicinanza può scatenare piacevoli conseguenze. Quando ci ritroviamo a desiderare la condivisione con l’altro nutriamo immediatamente un atteggiamento di apertura, generosità, assenza di barriere verso il partner. In questo modo aumenta la fiducia e diventa più profondo il livello d’intimità. La condivisione è un’esperienza fisica, ma anche spirituale e psicologica: interessatevi ai vostri hobby, fatevi un massaggio reciproco, raccontatevi le emozioni profonde della giornata. Comunicare i vostri bisogni e sentimenti vi unirà.

Usufruire del bagno nello stesso momento costruisce un piccolo momento di intimità condivisa. Può trattarsi della doccia insieme, se avete abbastanza spazio, o semplicemente del fatto di condividere la vostra presenza in un unico spazio, mentre vi preparate: se lei è nella doccia e lui si rade e la toilette si accende di malizia… Non dimenticare poi di sfiorare la sua pelle con una carezza o un bacio quasi casualmente: il desiderio è una scintilla di cui aver cura ogni istante, anche (soprattutto!) nell’apparente banalità dei gesti di ogni giorno.