Capodanno al cinema con Checco Zalone

Checco-Zalone-490x275Saranno 900 le sale che da oggi, proietteranno l’atteso nuovo film del comico pugliese. Ma in qualche cinema si parte il 31, per un brindisi tra le risate
Se il Natale al cinema è stato di “Star Wars” e del cinepanettone “Vacanze ai Caraibi”, Capodanno si preannuncia con un monocolore di Checco Zalone. “Quo vado?”, l’atteso nuovo film del comico pugliese sbanca-incassi e risolleva-sorti del cinema italiano, arriverà con almeno 900 copie dall’1 gennaio, ma in alcune sale si vedrà già dalla notte del 31 dicembre.
In alcune sale del circuito The Space (il gruppo nato dalla fusione tra Warner Village Cinema e Medusa Multicinema) si vedrà infatti subito dopo la mezzanotte del 31 dicembre, inaugurando così il nuovo trend del Capodanno in sala. La prevendita sta andando a gonfie vele e per 12 euro si festeggerà il nuovo anno con una soluzione a basso costo e alto numero di risate. Solo nelle sale The Space di Milano (Odeon), Genova, Bologna, Firenze, Parma (Campus), Silea (Treviso) e Limena (Padova).

Il film, ancora prodotto da Pietro Valsecchi per Taodue e distribuito da Medusa, scritto dallo stesso Zalone (Luca Medici il suo nome vero) con il regista Gennaro Nunziante, racconta la storia di Checco, un ragazzo che ha realizzato tutti i sogni della sua vita ma si trova a ricominciare da capo. Voleva vivere con i suoi genitori evitando così una costosa indipendenza e c’è riuscito, voleva essere eternamente fidanzato senza mai affrontare le responsabilità di un matrimonio con relativi figli e ce l’ha fatta, ma soprattutto, sognava da sempre un lavoro sicuro ed è riuscito a ottenere il massimo: un posto fisso nell’ufficio provinciale caccia e pesca. Con questa meravigliosa leggerezza Checco affronta una vita che fa invidia a tutti. Un giorno però tutto cambia. Il governo vara la riforma della pubblica amministrazione che decreta il taglio delle province. Convocato al ministero dalla spietata dirigente Sironi (Sonia Bergamasco), Checco è messo di fronte a una scelta difficile: lasciare il posto fisso o essere trasferito lontano da casa. Per metterlo nelle condizioni di dimettersi, la dottoressa Sironi lo fa girovagare in diverse località italiane a ricoprire i ruoli più improbabili e pericolosi ma Checco resiste eroicamente a tutto. La Sironi esausta lo trasferisce al Polo Nord, in una base scientifica italiana col compito di difendere i ricercatori dall’attacco degli orsi polari. E lì Checco conosce Valeria (l’emergente Eleonora Giovanardi, in tv con Crozza su La7), una ricercatrice che studia gli animali in via d’estinzione e s’innamora perdutamente di lei.
Il film, girato in Puglia, Lazio e Norvegia, vede nel cast anche Lino Banfi e Maurizio Micheli. Da record i precedenti di Zalone al cinema: esordio con “Cado dalle nubi” nel 2009 con oltre 14 milioni di euro; nel 2011, con “Che bella giornata” oltre 43 milioni di euro, mentre con “Sole a catinelle” nel 2013 raggiunge il più alto incasso della storia per un film italiano con oltre 52 milioni di euro al boxoffice.