Calamarata al cavolo romano e vongole

piattoIngredienti

280 g di calamarata(formato di pasta)
350 g di cavolo romanesco
400 g di vongole
200 g di pomodorini
1 pizzico di peperoncino
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 spruzzata di brandy
Per prima cosa, pulire il cavolo romanesco: rimuovere la parte non edibile e tagliare a piccoli pezzetti l’ortaggio, in modo da velocizzare la cottura.
In una pentola, far bollire abbondante acqua salata e cuocere il cavolo romano per 10 minuti, insieme alla calamarata.
Fin quando si cucina la pasta ed il cavolo romanesco, pulire le vongole: dopo averle lasciate in ammollo in acqua salata per una notte, lavarle per bene sotto l’acqua corrente e farle aprire versandole in una padella molto calda.

Preparare il sughetto: in una padella capiente (consigliato diametro 28 cm), versare un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva con uno spicchio di aglio in camicia. Procedere dunque versando le vongole sgusciate e con il guscio, ed aggiungere un po’ di peperoncino fresco o in polvere ed il prezzemolo tritato. Sfumare il tutto con il brandy (facoltativo). Aggiungere i pomodorini tagliati a fettine(facoltativi) e procedere con la cottura per alcuni minuti.
Un paio di minuti prima di ultimare la cottura, trasferire la pasta ed il cavolo nel sughetto con la schiumarola, aggiungendo un po’ di acqua di cottura. A fuoco vivo, lasciar asciugare il liquido.
Prima di servire, cospargere con poco pane grattugiato per rendere più saporito e rustico il piatto.