Benessere in riva al mare

spaIl benessere non va in vacanza, anzi sì: portatelo in valigia con voi, perché anche in riva al mare ci si possono concedere piccole coccole quotidiane e trattamenti spa fai da te
Certamente si possoo spendere migliaia di euro in una lussuosa spa: eppure l’alternativa low cost (e naturale) ai costosissimi trattamenti benessere da resort a 5 stelle esiste! Ed è semplice, soprattutto se vi trovate al mare. In spiaggia, sul bagnasciuga ed anche in acqua basterà sfruttare al meglio gli elementi cha la natura ci ha dato per ricreare una piccola spa fai da te a costo zero!
Ecco 5 idee, tenetele a mente e portatele con voi in vacanza:
Scrub corpo con la sabbia

Perché non provare a fare uno scrub con la sabbia? I granelli di sabbia della vostra spiaggia del cuore hanno di certo un ottimo potere esfoliante. Infilate una ciotola nella borsa del mare, e quando siete a godervi il rumore delle onde prelevate tre pugni di sabbia, mischiatela con acqua di mare, e, se potete, anche del sale fino (3 cucchiai), amalgamando fino ad ottenere un composto “spalmabile”. Non vi resta che ricoprire le braccia, le gambe e tutte le parti del corpo che preferite, strofinando con una leggera pressione, soprattutto su gomiti e ginocchia, e più delicatamente sul decolleté. Dopo aver fatto il bagno, avrete una pelle di seta!
Massaggio drenante con l’acqua di mare

Potreste, semplicemente, fare una bella passeggiata in acqua. Niente di più rilassante, con in più un effetto drenante, tonificante e di immediata leggerezza, perché, mentre si cammina, il movimento dell’acqua massaggia la pompa venosa, rimettendo in moto la circolazione. Effetto secondario ma non meno importante, la composizione dell’acqua marina aiuta anche a contrastare la cellulite: non male, vero? Però, fate in modo che la vostra passeggiata duri almeno 40 minuti.
Sabbiatura fai da te contro i reumatismi

Chi soffre di artrosi e reumatismi può dedicarsi alla sabbiatura fai da te: i granelli sottili, tipici delle spiagge italiane, rilasciano il giusto grado di calore senza bruciare la pelle; inoltre anche i sali dell’acqua marina, di cui sono impregnati, agiscono in profondità restituendo tonicità e benessere agli arti inferiori.
Se arrivate in spiaggia al mattino, scavate una buca profonda circa 10 cm; poi lasciate che il sole la riscaldi per almeno 2 ore.
Ora non vi resta che trovare il coraggio di sdraiarvici dentro, ricoprendovi poi con un altro strato di sabbia (bastano 2 cm). Una volta usciti, rimanete all’ombra e avvolti in un asciugamano per circa un quarto d’ora. Infine, concedetevi un meritato e rinfrescante bagno nell’acqua del mare.
Riflessologia plantare
Mentre siete stesi ad abbronzarvi e rilassarvi, chiedete alla vostra dolce metà di praticarvi un massaggio di riflessologia plantare: è molto semplice, e vi aiuterà a stimolare l’energia vitale che è nel vostro corpo, ritrovando la carica per il duro ritorno al lavoro.
Uno degli esercizi più comuni è il messaggio dell’intera arcata plantare, dall’alto al basso, iniziando dalle dita e arrivando al tallone. Aiutatevi con un po’ di crema, e il massaggio sarà ancora più dolce. Molti esperti consigliano anche le manipolazioni per ogni singolo dito: dalla base alla punta occorre “stiracchiarli” con i pollici, facendo molta attenzione a procedere con delicatezza e senza forzature.
Semplicemente acquagym

E per finire non dimentichiamo l’aquagym! Ci sono infiniti tipi di esercizi che si possono fare: salti a gambe divaricate, oppure divaricate e incrociate, o ancora movimenti orizzontali delle braccia in stile vigile urbano, fino alla rotazione completa delle braccia.