Anche in italia spopola il Sup

sup2Iniziamo a pensare che presto non sarà più il caso di chiudersi in palestra per fare attività fisica, e che potremmo praticare sport anche al mare, in vacanza divertendoci e restando informa.
Allora perché non provare a fare sup, ha conquistato le americane adesso spopola anche in Italia, perché tonifica, scolpisce e diverte.
Il sup, acronimo di stand up paddle, ha tutte le carte in regola per diventare la disciplina più amata dell’estate, si pratica con una tavola simile a quella del surf, ma in questo caso le onde si cavalcano con una pagaia, remando in piedi o in ginocchio. Nato al mare, lo stand up paddle si può praticare anche al lago o lungo il corso di un fiume. I più esperti lo fanno anche in montagna, sfidando le rapide dei ruscelli.
Inoltre è adatto a tutti, bambini e anziani compresi e, a differenza di altri sport acquatici, non ha bisogno di una preparazione atletica particolare. Si impara in poco tempo, già dopo qualche ora si riesce a stare in piedi sulla tavola e controllarne i movimenti.
Il sup è una disciplina completa, perfetto strumento di fitness per tutto il corpo. Migliora l’equilibro e tonifica addominali, glutei e muscoli lombari. L’esercizio coinvolge anche la parte superiore. Aiuta, inoltre, a risolvere piccoli disturbi. A differenza di quanto si potrebbe immaginare, ad esempio, è perfetto anche per chi soffre di mal di schiena, tanto da essere impiegato all’interno dei programmi di riabilitazione.
Inoltre è adatto ai nostri mari che sono quasi sempre calmi, infatti il sup a differenza del surf non ha bisogno di grandi onde.