Allattamento, i neonati riconoscono l’odore della mamma

Secondo una ricerca del Wellcome Trust Sanger Institute, coordinata da Darren Logan e pubblicata su ‘Current Biology’, i neonati sarebbero spinti ad attaccarsi al seno materno e a succhiare grazie all’odore materno.

 

I piccoli infatti, non avendo ancora la vista perfettamente sviluppata, si basano su altri sensi. L’olfatto è il principale mezzo che hanno per riconoscere la presenza della loro mamma e per capire quando è il momento di nutrirsi.

 

Non è quindi un fenomeno “innato” e spontaneo ma una risposta “appresa”, fondata sul riconoscimento di un mix di odori, il profumo unico della madre.

 

Il bambino appena nato riconosce immediatamente l’odore del liquido amniotico della sua mamma e per questo motivo continuerà ad utilizzare questo senso per i primissimi mesi di vita. L’olfatto è infatti il senso che aiuta il piccolo a riconoscere la sua mamma e a individuarla rispetto agli altri.

 

Sarebbe tutto merito dei feromoni, sostanze chimiche che attivano un comportamento innato, che influenzano la risposta del neonato, spingendolo a succhiare attraverso un impulso innato. La scoperta conferma gli studi sull’importanza del rapporto mamma-figlio.