Alimentazione in gravidanza

Un’alimentazione corretta rappresenta uno dei presupposti fondamentali per la normale evoluzione della gravidanza e il normale sviluppo del feto: quantità e qualità del cibo e delle bevande vanno scrupolosamente controllate.

 

La dieta è molto importante per la fisiologica evoluzione della gravidanza, del parto e del puerperio.
E’ quindi bene assumere una corretta quantità di calorie, perché l’eccessivo aumento di peso in gravidanza può comportare disturbi quali affaticamento per la madre, gestosi, diabete gestazionale e parto prematuro, oltre che favorire inestetismi quali smagliature cutanee e varici alle gambe.

 

Il modo corretto di alimentarsi in gravidanza è soggettivo e dipende dalla condizione fisiologica e/o patologica di ciascuna donna.

 

Esistono, ad ogni modo, ecco alcune regole generali per una corretta alimentazione.

•    Consumare pasti leggeri e frequenti, evitando lunghi periodi di digiuno.
•    Mangiate lentamente evitando così l’ingestione di aria che genera gonfiore addominale.
•    Distribuite i cibi più calorici al mattino ed a pranzo, evitandoli a sera e nei giorni di maggiore sedentarietà.

 

Alimenti consigliati

Zuccheri complessi: pane (meglio integrale), pasta, riso, cereali, legumi; il loro assorbimento è più lento; ricchi in fibra, contengono inoltre una quota proteica.

 

Proteine: preziose per l’accrescimento fetale; carni, preferibilmente bianche, uova, soia, latte parzialmente scremato, legumi.

 

Grassi: preferire l’olio extravergine di oliva.

 

Vitamine e minerali: tutta la frutta; meglio quella fresca di stagione e ricca di vitamina C preferibilmente negli spuntini; consumare quotidianamente la verdura; latte parzialmente scremato e formaggi magri (preziosa fonte di calcio).

 

Sale da cucina: in modica quantità (è preferibile non consumare dadi per il brodo).

 

Bevande: preferite l’acqua di rubinetto, sicura in tutte le nostre città. Le acque oligominerali sono, per definizione, povere di calcio, uno dei minerali più importanti durante la gravidanza.

 

Alimenti da evitare

Alcolici e superalcolici (dannosi per madre e feto). Bevande nervine: caffè, molta cautela con the e cioccolata.

Salumi ed insaccati in genere, carne cruda, molluschi e selvaggina. Cibi a temperatura troppo alta o troppo bassa. Dolcificanti di sintesi. Cibi piccanti, cibi in salamoia o affumicati.

Sarebbe preferibile eliminare gli zuccheri semplici (zucchero, dolci, bibite zuccherine) e limitare il consumo di burro e margarine.