Alimentazione anti-caldo per i bambini

alimentazione.600Quando arrivano afa e temperature roventi, i bambini ne risentono. Soprattutto se non si può andare al mare o in montagna e si è costretti a restare in città, dove l’umidità a volte si fa veramente insopportabile. Il primo consiglio, anche per chi resta in città, è bagnare spesso i piccoli (in piscina o con docce e bagni) ed evitare di uscire nelle ore più calde. Inoltre, con l’aumento delle temperature, i bambini tendono a mangiare di meno perché cresce l’inappetenza. Ma anche a dormire male, a essere più nervosi e, soprattutto, a bere poca acqua. Il pericolo disidratazione, infatti, è dietro l’angolo e comporta anche gravi rischi per il benessere dei più piccoli. Ecco una serie di cibi adatti per il periodo estivo, semplici da digerire ma ricchi di sali minerali e acqua.
Frutta di stagione – Se ci pensiamo, la natura mette a nostra disposizione tutto ciò di cui l’organismo umano ha bisogno per stare bene, in ogni stagione. E, quindi, anche in estate la natura offre una serie di alimenti ricchi di sostanze benefiche per contrastare caldo e disidratazione. Tra quest’ultime, i sali minerali anti-spossatezza come potassio e magnesio. Ai bambini, dunque, è importante non far mai mancare frutta estiva come pesche, albicocche, melone e anguria. Oltretutto, si tratta di frutti ricchissimi di acqua e in grado di reidratare i più piccoli. Se i bambini non gradiscono o si stufano di consumare il frutto intero, si può ricorrere a macedonie irrorate di succo di limone fresco (fonte di vitamina C e potassio) o a deliziosi spiedini di frutta.

Verdura – Inutile offrire ai piccoli verdure bollite o minestroni in piena estate. Molto meglio puntare sugli ortaggi crudi, da mangiare come finger food e spuntini. Per esempio: pomodorini, carote crude, insalate tagliate fini. O, ancora, scegliere salse contenenti un’elevata percentuale di vitamine e minerali: guacamole, hummus di verdure miste accompagnate a gallette o pane in cassetta.

Piatti freschi – In estate non si ha molta voglia di accendere il forno o passare il tempo ai fornelli. I piatti freddi, quindi, vincono a mani basse e non contribuiscono a riscaldare i bambini già oppressi dal caldo e dall’afa. Quindi, solitamente, in estate i piatti clou sono insalate di riso o vitello tonnato… Meglio, però, non esagerare con le pietanze grasse e ipercaloriche. Perché, quando le temperature si fanno roventi, i bambini dovrebbero consumare sì piatti freschi ma anche altamente digeribili. Dunque, sì all’insalata di riso ma senza maionese e würstel. Via libera anche alle paste fredde colorate. E sì all’intramontabile prosciutto e melone, magari evitando il crudo e preferendo bresaola o cotto.

Gelato – I gelati sono l’alimento top dell’estate. E i bambini li amano, tutti indistintamente. Ma il gelato, se preparato con ingredienti sani e di qualità, può diventare anche un pasto completo e adatto ai bambini se fuori si soffoca di caldo. Il gelato alla frutta e i sorbetti sono perfetti come merenda e si possono preparare anche in casa. Per esempio, per un veloce sorbetto alla banana senza gelatiera, si possono congelare un paio di banane (senza buccia) e poi frullarle con latte di mandorla. Lo stesso procedimento si può utilizzare con le fragole o le pesche. Il gelato a base di creme, al fiordilatte o alla nocciola per esempio, può diventare un vero e proprio pasto se abbinato a una porzione di frutta e a un piccolo toast.