Al via la stagione dell’influenza:i più colpiti i bimbi e i ragazzi

influenza2Rieccoci di nuovo alle prese con l’influenza stagionale, è iniziata ufficialmente mettendo a letto 127.500 persone.E’ quanto emerge dall’ultimo bollettino Influnet, elaborato dall’Istituto superiore di sanità, questa volta i più colpiti sono i ragazzi e i bambini. A questi sono da aggiungere altri 100mila casi a settimana che riguardano le sindromi parainfluenzali, causate dai cosiddetti virus “cugini”.I sintomi delle sindromi parainfluenzali sono gli stessi dell’influenza, come un’influenza più lieve che a volte colpisce lo stomaco e l’intestino.

La vaccinazione è un’opportunità per tutti e diventa una raccomandazione importante per i soggetti a rischio, come gli anziani e in genere le persone di tutte le età con problemi cardiaci e respiratori cronici. Il trattamento è consigliato anche alle donne in gravidanza, “posponendo magari il primo trimestre, per essere sereni rispetto ad eventuali complicanze che poi si può essere portati ad attribuire al vaccino, non perché ci sia una correlazione effettiva tra le due cose. Anche i bimbi molto piccoli possono essere vaccinati, dai sei mesi in poi sentendo il pediatra