1 maggio ieri e oggi

festa_lavoro_1_maggio_tradizioni_usanzeOgni anno il 1 Maggio si organizzano gite fuori porta, si partecipa ad eventi e concerti in tutt’Italia senza soffermarsi sulla storia e significato di questa ricorrenza. Infatti l’arrivo della primavera e delle belle giornate ci induce subito ad approfittare dei ponti festivi come il Ponte Primo Maggio 2016 e a preoccuparci sugli aggiornamenti meteo e previsioni, o sulle offerte migliori per organizzare un week end fuori o magari all’estero.
In realtà la storia ed il significato del 1 Maggio ha radici piuttosto recenti, ma non tutti sono a conoscenza del perché si festeggia in questo giorno e cosa significa Festa del Lavoro.
In questa data si ricordano tutte le lotte degli operai per ottenere il riconoscimento dei propri diritti, la settimana corta e la giornata lavorativa di 8 ore. Se all’inizio del 1800 la giornata lavorativa degli operai era dall’alba al tramonto, a partire dal 1827 si raggiunsero le 10 ore lavorative grazie alo sciopero dei lavoratori di Filadelfia che costituirono la prima Unione Sindacale del mondo. La Festa del lavoro festeggiata il Primo Maggio 2016 nasce alla fine dell’ottocento in ricordo del “Massacro dell’Haymarket di Chicago”, avvenuto in seguito alla prima manifestazione nazionale per la giornata delle 8 ore fissata il primo maggio 1886 dai sindacati americani, duramente repressa nel sangue dalle forze dell’ordine.
La prima celebrazione della Festa dei lavoro si tenne a Roma il 1891: Francesco Crispi vietò ogni manifestazione e dette ordine a tutti i Prefetti del Regno di reprimere fermamente ogni dimostrazione non autorizzata.
Si tornò a festeggiare la Festa del lavoro solo dopo la guerra, a Roma il primo maggio 1945. Nel corso degli anni ’50 e ’60 le celebrazioni del primo maggio (diventata ormai festa nazionale) furono un momento di divisione tra le forze sindacali.